Mai più insieme? La Cina posa la prima pietra per lo stadio più grande del mondo

Il nuovo stadio Guangzhou Evergrande, lo stadio più grande del mondo
Il nuovo stadio Guangzhou Evergrande (immagine tratta dal profilo twitter della AFC Champions League twitter.com/theafcdotcom )
Share
Il nuovo stadio Guangzhou Evergrande, lo stadio più grande del mondo
Il nuovo stadio Guangzhou Evergrande (immagine tratta dal profilo twitter della AFC Champions League twitter.com/theafcdotcom )

Articolo di Alexandra Sternlicht per Forbes.com

Mentre la Cina lentamente rimanda al lavoro i cittadini, la squadra di calcio cinese Guangzhou Evergrande ha dato il via a un progetto da 1,7 miliardi di dollari per costruire lo stadio più grande al mondo, che dovrebbe essere completato entro il 2022, mostrando l’ottimismo del governo per la ripresa dei raduni di massa.

I fatti chiave

  • Giovedì, la squadra della Chinese Super League Guangzhou Evergrande ha iniziato la costruzione di uno stadio a forma di loto “Flower City” dal valore di 1,7 miliardi di dollari, sarà la più grande arena di calcio al mondo con 100.000 posti, 16 ​​VIP suite private, 152 VIP suite, Area FIFA e altro, secondo ESPN.
  • Inizialmente, la Chinese Super League doveva avviare la sua stagione il 22 febbraio, ma a causa della pandemia la lega – e la FIFA – sono attualmente in pausa senza una data fissata per la ripresa.
  • Il mega stadio dovrebbe essere completato nel 2022 al fine di fungere da tappeto erboso della Coppa d’Asia del 2023, un segno che la lega – e la Cina – presumono che i raduni di massa come gli eventi sportivi da allora riprenderanno senza restrizioni di distanza sociale.
  • Guangzhou Evergrande è di proprietà di Evergrande, la più grande società immobiliare in Cina con un fatturato di 65 miliardi di dollari nel 2019.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

广州恒大10万人大球场的宣传片,一起来感受一下

Un post condiviso da Guangzhou Evergrande FC (@guangzhouevergrande_fc) in data:

La citazione

“Lo stadio diventerà un nuovo punto di riferimento di livello mondiale paragonabile al Teatro dell’Opera di Sydney e al Burj Khalifa di Dubai, e un importante simbolo del calcio cinese per il mondo”, ha affermato Xia Haijun, presidente di Evergrande.

Il contesto

Wuhan, epicentro cinese del coronavirus, ha permesso ai residenti di lasciare le loro case il 23 marzo dopo un blocco di due mesi mentre il paese inizia a riprendere la vita pubblica, con i residenti che ora possono andare al centro commerciale, si tagliano i capelli e tornano al lavoro, come riporta la NBC . Sebbene Guangzhou sia stata relativamente non colpita dallo scoppio iniziale di COVID-19, i timori di una “seconda ondata” di coronavirus da parte di visitatori stranieri hanno afflitto la città con una quarantena obbligatoria di 14 giorni per i cittadini africani, dimostrando la paura che persiste ancora per la minaccia di coronavirus.

Attualmente, il team Guangzhou Evergrande gioca nello stadio Tianhe da 58.500 posti, che ha attirato in media 46.000 fan a partita nel 2019, sempre secondo ESPN .

Notizia correlata

Quando i giocatori della squadra Wuhan Zall della China Super League hanno lasciato la loro città per gli allenamenti di primavera in Spagna a gennaio, non avevano intenzione di rimanere all’estero per 104 giorni, come riporta la BBC . Tuttavia, quando i casi sono aumentati a Wuhan, la squadra ha deciso di restare nel proprio campo di allenamento di Malaga mentre Wuhan era sotto stretto blocco senza la possibilità di poter viaggiare. I giocatori sono tornati a Shenzen il 13 marzo, hanno subito tre settimane di quarantena e si sono riuniti alle loro famiglie e ai loro fan il 18 aprile dopo 104 giorni all’estero.