Seguici su
Innovazione 22 Luglio, 2020 @ 9:56

FCA sta per sorprenderci con la guida autonoma. Ecco cosa farà con Waymo, la ex Google SelfDriving

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Auto a guida autonoma - FCA Waymo Chrysler Pacifica 2
FCA Waymo Chrysler Pacifica 2 (Courtesy FCA)

FCA e Waymo amplieranno ulteriormente la loro partnership nelle tecnologie per la guida autonoma per collaborare in esclusiva allo sviluppo di veicoli commerciali leggeri.

Già nel 2016 FCA era diventato il primo partner OEM di Waymo nel 2016. Da allora, le due aziende hanno lavorato a stretto contatto per integrare Waymo Driver nei veicoli FCA, e hanno scritto un capitolo importante nella storia della guida autonoma con il minivan Chrysler Pacifica Hybrid, veicolo pronto per la guida autonoma di Livello 4 e che ha ampiamente dimostrato le sue capacità. La partnership ha portato al lancio del primo servizio commerciale di taxi a guida autonoma, inclusa l’offerta di un servizio totalmente senza conducente, oltre ad aver percorso chilometri di strada in decine di città in diverse aree geografiche e in condizioni metereologiche sfidanti.

Con il nuovo accordo annunciato oggi Waymo lavorerà con FCA come partner privilegiato allo sviluppo e sperimentazione di veicoli commerciali leggeri di classe 1-3 per il trasporto merci per clienti commerciali tra cui Waymo Via. L’obiettivo iniziale delle due società sarà l’integrazione della tecnologia Waymo Driver nel Ram ProMaster, una piattaforma altamente configurabile che permetterà di accedere ad una vasta gamma di clienti commerciali a livello globale.

“Questa partnership consentirà a FCA e Waymo di far leva sulle rispettive competenze e punti di forza per determinare come meglio utilizzare la guida autonoma per rispondere alle esigenze specifiche dei clienti commerciali anche alla luce della rapida crescita dei servizi di consegna merci”, spiega una nota di Fiat Chrysler in cui si aggiunge che “FCA ha scelto Waymo come partner esclusivo e strategico per la tecnologia di guida autonoma L4 sull’intera flotta e ha già iniziato a lavorare con Waymo per immaginare i futuri prodotti FCA per il trasporto di persone e merci gestiti da Waymo Driver”.

FCA Waymo Chrysler Pacifica (Courtesy FCA)

Mike Manley, amministratore delegato di FCA, ha spiegato le ragioni alla base dell’accordo: “Con l’integrazione di Waymo Driver, tecnologia di guida autonoma leader nel mondo, nei nostri minivan Chrysler Pacifica, siamo diventati l’unica partnership ad utilizzare la tecnologia di guida totalmente autonoma nel mondo reale su strade pubbliche. Con questo nuovo importante passo, che rafforza ulteriormente la nostra collaborazione con il miglior partner in assoluto in questo ambito, ci rivolgiamo alle esigenze dei nostri clienti commerciali abilitando congiuntamente la guida autonoma per i veicoli commerciali leggeri, a partire dal Ram ProMaster”.

Una partnership che secondo Manley si prepara a diventare “un punto di riferimento nello sviluppo di soluzioni di mobilità sicure e sostenibili che contribuiranno a definire il settore automotive negli anni e nei decenni a venire.”

Sin dalla nascita come Google SelfDriving Car nel 2009, Waymo si è concentrata sull’obiettivo di migliorare l’accesso alla mobilità in tutto il mondo al contempo salvando migliaia di vite umane, tuttora vittime di incidenti stradali. Waymo Driver opera Waymo One, servizio di taxi a guida autonoma, e Waymo Via, servizio di guida autonoma di grandi autoveicoli per il trasporto e la consegna di merci. Ad oggi, Waymo ha percorso oltre 20 milioni di miglia in guida autonoma su strade pubbliche in 25 città degli Stati Uniti e ha condotto oltre 15 miliardi di miglia di test in simulazione.

“Insieme, introdurremo Waymo Driver sull’intera gamma prodotto di FCA – ha spiegato John Krafcik, amministratore delegato di Waymo – aprendo nuove frontiere in ambito di veicoli utilizzati per servizi di taxi su richiesta, consegne commerciali e uso privato in tutto il mondo”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!