Seguici su
Business 16 Agosto, 2019 @ 3:30

Ups investe nella tecnologia per la guida autonoma dei camion

di Matteo Rigamonti

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Camion
Un camion sulle strade d’America (Foto Pixabay)

Ups punta sui camion a guida autonoma per le consegne del futuro. Come spiega un comunicato, il gigante della logistica e delle spedizioni ha deciso di investire, attraverso Ups Ventures , in TuSimple rilevando una quota di minoranza della startup che progetta tecnologia per portare nel mercato del trasporto su gomma i veicoli autoarticolati a guida autonoma.

Il costo dell’operazione e il valore della quota non sono stati resi noti da Ups, ma rientrano nell’ambito di un round di investimenti che ha confermato lo status di unicorno per TuSimple il cui valore stimato supera ora il miliardo di dollari. Tra i finanziatori c’è anche l’azienda specializzata in processori e schede grafiche Nvidia.

TuSimple, fondata nel 2015, ha sede a San Diego e una compagnia gemella cinese. Sta testando a Tucson, Arizona, il camion a guida autonoma e ritiene di poter contribuire a tagliare il costo del trasporto fino al 30%. Le soluzioni tecnologiche cui sta lavorando utilizzano un sistema di telecamere capace di vedere fino a 1000 metri di distanza.

In Ups non sono gli unici a fare un pensiero sulla guida autonoma applicata alla logistica. Per esempio, anche Kodiac Robotics in Texas è impegnata nello sviluppo della medesima tecnologia per camion. E anche Amazon, da cui derivano non poche entrate per Ups, ha investito nella startup Aurora fondata dall’ex responsabile di Google per il progetto dei veicoli a guida autonoma.

Tecnologia 10 Giugno, 2019 @ 2:48

Fiat Chrysler stringe intesa per la guida autonoma con l’americana Aurora

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Dopo aver abbandonato i colloqui di fusione con la Renault, Fca si sta focalizzando su una nuova partnership negli Stati Uniti con la startup tecnologica Aurora per la realizzazione di veicoli commerciali a guida autonoma. L’accordo è stato annunciato, negli Stati Unti, da Fca Us (il braccio americano della casa automobilistica) e da Aurora, che hanno firmato un memorandum d’intesa riguardante unicamente veicoli commerciali a guida autonoma.

Come si legge in una nota ufficiale, sui veicoli della gamma Fca verrà integrato l’Aurora Driver, la piattaforma self-driving della startup fondata nel 2016 da Chris Urmson, ex dirigente di Google, Sterling Anderson, ex dirigente di Tesla e specializzato in guida autonoma e Drew Bagnell, ex dirigente di Uber. Si tratta di una tecnologia in grado di percepire e navigare nell’ambiente senza l’intervento umano e grazie all’accordo verrà integrata nella gamma dei veicoli commerciali Fca.

“Nell’ambito della strategia dei veicoli autonomi di Fca, continueremo a collaborare con partner strategici per soddisfare le esigenze dei clienti in un settore in rapida evoluzione”, ha dichiarato Mike Manley, ceo di Fiat Chrysler Automobiles. “Siamo entusiasti di stringere una partnership con Fca Usa per sviluppare un modello di business significativo per offrire i vantaggi dei veicoli commerciali a guida autonoma”, ha dichiarato il co-fondatore Sterling Anderson. 

La startup americana Aurora ha raccolto finora per 620 milioni di dollari di investimenti – ricevendo finanziamenti dai colossi come Shell e Amazon. La sua valutazione ha raggiunto i 2,5 miliardi di dollari. Con i nuovi capitali, il mese scorso ha acquistato Blackmore, un produttore di sensori laser che aiutano i veicoli robotici a muoversi nello spazio circostante.