La sospensione dell’Ipo di Ant Group è un duro colpo anche per il patrimonio di Jack Ma

Jack Ma, Alibaba
Jack Ma, fondatore di Alibaba (Wang He – Getty Images)
Share
jack ma patrimonio post sospensione ipo di ant group
Photo by Wang He – Getty Images

Poteva festeggiare una settimana da record e, invece, non sarà così. Anzi, tutto il contrario. Dopo la notizia della sospensione dell’ipo di Ant Group, Jack Ma è andato incontro a uno dei giorni più costosi per il suo patrimonio, visto che la sua ricchezza nelle ultime 24 ore è scesa di 2,6 miliardi di dollari, come riporta la classifica real time dei billionaires di Forbes.

Questo perché, subito dopo la decisione dei regolatori cinesi di stoppare la quotazione alle borse di Shangai e di Hong Kong di Ant Group, il titolo Alibaba, che controlla il 33% della società fintech, è andato incontro a una giornata molto difficile in Borsa. A Wall Street ha visto le sue azioni chiudere in discesa dell’8,13%, mentre a Hong Kong del 7,53%. Una notizia che non è piaciuta a Jack Ma, visto che possiede ancora una partecipazione del 4,8% di Alibaba. Il suo patrimonio, quindi, è sceso da 66 a 63,4 miliardi di dollari.

Jack Ma e i dubbi sull’ipo di Ant Group

Le cattive notizie per Jack Ma, per Alibaba e per Ant Group potrebbero non essere finite qui. Infatti, se inizialmente molti ritenevano che lo stop poteva essere momentaneo e circoscritto solamente a qualche giorno, adesso, sembra non essere più così. E la testimonianza di ciò arriva direttamente dal gigante fintech che avrebbe dovuto sbarcare domani nel mondo nell’alta finanza.

In due note ufficiali distinte, una pubblicata ieri e una nella giornata di odierna, la società oltre ad aver chiarito di essere stata informata “che potrebbe non soddisfare i requisiti di quotazione o i requisiti di divulgazione alla luce dei recenti cambiamenti nell’ambiente normativo fintech”, non è riuscita a fornire un’indicazione temporale sulla prossima ripresa dell’ipo e, contestualmente, ha annunciato “che il rimborso del denaro per la richiesta dell’offerta pubblica di quotazione ad Hong Kong avverà in due distinti lotti”. Una notizia che, probabilmente, getta nuove ombre sul suo imminente futuro in Borsa.