Seguici su
Classifiche 14 Novembre, 2020 @ 9:30

Michael Jackson, Kobe Bryant e le altre celebrità più pagate dell’Aldilà

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Celebrità morte: Michael Jackson
Una performance di Michael Jackson durante un match di NFL nel 1993 a Pasadena, in California. (George Rose/Getty Images)

Articolo di Madeline Berg apparso su F

Sam I Am ora ha molte più verdure da abbinare a quelle uova e prosciutto. Il museo dedicato a Theodor Seuss Geisel (meglio conosciuto come Dr.Seuss) ha quasi raddoppiato le sue entrate nel 2020, guadagnando circa 33 milioni di dollari in un anno, in perfetto spirito Grinch.

La novità più importante è da attribuire a una nuova strategia del team della Dr. Seuss Enterprises, che ha trasformato gli oltre 60 libri dell’amato autore dei bambini in un universo multimediale. Pensate agli Avengers della Marvel ma senza i suoi personaggi crossover.

Il primo passo vincente nell’universo di Seuss è stato Green Eggs and Ham su Netflix, che ha convertito il libro di 50 parole in una serie animata che, secondo quanto riferito, è costata $ 65 milioni ed è stata doppiata, tra gli altri, da Michael Douglas, Keegan-Michael Key e Diane Keaton. Oltre a una seconda stagione, c’è anche un accordo di tre film con la Warner Bros, che si concentrerà sui personaggi Thing One e Thing Two, il gatto protagonista di The Cat in the Hat e il mondo di Oh, the Places You’ll Go!.

“Abbiamo messo i nostri pantaloni da ragazzo grande”, dice Susan Brandt, ex dirigente di home video della Twentieth Century Fox che ha guidato la rinascita di Seuss dal 2012. Ed è effettivamente il momento giusto. Gli studi cinematografici e giganti dello streaming come Netflix, Apple, Disney e Amazon sono impegnati in una corsa per l’intrattenimento con contenuti originali che li ha visti spendere più di 120 miliardi di dollari l’anno scorso. Una parte enorme di quella cifra andrà a personaggi affermati e intrattenitori, molti dei quali morti da tempo anche se non nel mondo dello spettacolo.

Anche molti altri nomi nella nostra lista annuale delle celebrità decedute più pagate hanno ricevuto enormi premi in streaming quest’anno. I Peanuts hanno firmato un accordo con Apple TV + che ha portato il creatore Charles Schulz al terzo posto con $ 32,5 milioni. E Netflix ha sborsato un sacco di soldi per una serie animata con Elvis Presley (n. 5) e un altro film biografico di Marilyn Monroe (n. 13).

Purtroppo, ci sono anche nuovi arrivati nella lista: il rapper 21enne Juice WRLD (n. 7) ha guadagnato $ 15 milioni dalla lista dello scorso anno, e il giocatore dell’Nba ed Hall of Famer, Kobe Bryant, scomparso in un incidente in elicottero a gennaio, si è classificato al 6° posto, avendo guadagnato $ 20 milioni.

Ecco chi altro sta facendo una strage dall’aldilà.

1 | Michael Jackson

$48 milioni

Morte: 25 giugno 2009 (50)

Causa: overdose/omicidio

L’uscita nel 2019 del documentario Leaving Neverland non è costata la corona al Re del Pop. Il catalogo Mijac Music di Jackson, che include brani di Elvis e Aretha Franklin, e un accordo a lungo termine con Sony, rappresentano oltre il 70% dei suoi guadagni.

2 | Dr. Seuss

$33 milioni

Morte: 24 settembre 1991 (87)

Causa: cancro

Grazie a una serie di contratti televisivi e cinematografici a sette cifre, Seussville è molto più ricco. Ma i libri rimangono uno dei maggiori flussi di reddito del dottor Seuss: quest’anno ha venduto quasi 6 milioni di dollari negli Stati Uniti.

3 | Charles Schulz

$32.5 milioni

Morte: 12 febbraio 2000 (77)

Causa: cancro

Charlie Brown, Snoopy e la banda non valgono noccioline. Nell’anno fiscale terminato il 30 giugno 2020, la tenuta di Schulz ha generato entrate per oltre 110 milioni di dollari. Parte di ciò proviene da Apple TV +, che ha trasmesso una nuova serie, Snoopy in Space, e classici come A Charlie Brown Christmas.

4 | Arnold Palmer

$25 milioni

Morte: 25 settembre 2016 (87)

Causa: patologia cardiaca

La stagione del golf potrebbe essere stata abbreviata dal Covid-19, ma l’esercito di Arnie sta ancora bevendo. L’accordo del Re con Arizona Beverages per la sua omonima bevanda al tè freddo alla limonata porta milioni, ammortizzato da un contratto con Mastercard e centinaia di rivenditori che vendono prodotti a marchio Arnold Palmer in tutta l’Asia.

5 | Elvis Presley

$23 milioni

Morte: 16 agosto 1977 (42)

Causa: attacco cardiaco

Il coronavirus ha scosso l’impero di Elvis. Graceland, la sua casa trasformata in museo, in genere rappresenta oltre $ 10 milioni di guadagni, ma è stato chiuso per due mesi quest’anno e ora funziona a capacità ridotta.

6 | Kobe Bryant

$20 milioni

Morte: 26 gennaio 2020 (41)

Causa: incidente in elicottero

Dopo che la leggenda dei Lakers è morta in un incidente in elicottero a gennaio, Nike ha esaurito la sua merce Kobe Bryant. I fan hanno anche fatto una pausa veloce per la sua autobiografia, che quest’anno ha venduto più di 300mila copie.

7 | Juice WRLD

$15 milioni

Morte: 8 dicembre 2019 (21)

Causa: overdose

Il rapper Jarad Higgins, noto come Juice WRLD, ha visto i suoi flussi musicali aumentare dopo la sua morte lo scorso dicembre, appena 9 mesi dopo l’uscita del suo secondo album, Death Race for Love. Il suo terzo album Legends Never Die, pubblicato postumo, è in cima alle classifiche di Billboard.

8 | Bob Marley

$14 milioni

Morte: 11 maggio 1981 (36)

Causa: cancro

Anche Bob Marley ha visto i suoi flussi musicali aumentare quest’anno: la leggenda del reggae ha accumulato più di un miliardo di giri in tutto il mondo. House of Marley, la sua linea di altoparlanti, giradischi e cuffie e le vendite di T-shirt e accendini con il suo volto hanno anche aggiunto più di $ 3 milioni alle sue casse.

9 | John Lennon

$13 milioni

Morte: 8 dicembre 1980 (40)

Causa: omicidio

Quarant’anni dopo l’omicidio di John Lennon, la musica dei Beatles raccoglie ancora molti dollari con Penny Lane. E grazie a un riconoscimento di co-writing sulle canzoni più famose dei Fab Four, il compianto Lennon incassa anche quando una melodia viene usata in TV o nei film.

10 | Prince

$10 milioni

Morte: 21 aprile 2016 (57)

Causa: overdose

Sebbene il suo Paisley Park non abbia mai raggiunto la popolarità a livello di Graceland, l’Alto Sacerdote del Pop può ancora commuovere la musica. Quest’anno, The Purple One ha trasferito quasi 700mila album equivalenti solo negli Stati Uniti.

11 | Freddie Mercury

$9 milioni

Morte: 24 novembre 1991 (45)

Causa: aids

Dopo che il film pluripremiato del 2018, Bohemian Rhapsody, ha riportato Freddie Mercury sotto i riflettori, lo spettacolo deve continuare. Non solo la proprietà di Mercury ha raccolto una piccola parte dei quasi 1 miliardo di dollari al botteghino del film, ma ha anche portato a un picco nelle vendite di musica e merchandise dei Queen.

12 | George Harrison

$8.5 milioni

Morte: 29 novembre 2001 (58)

Causa: cancro

Il Quiet Beatle ha intascato un assegno a sette cifre dallo spettacolo Love del Cirque du Soleil della band, anche con la Las Vegas Strip chiusa per la maggior parte dell’anno.

13 | Marilyn Monroe

$8 milioni

Morte: 4 agosto 1962 (36)

Causa: overdose

La dea dei film sarà adorata per sempre: la sua immagine e il suo nome sono usati da quasi 100 marchi in tutto il mondo, tra cui Dolce & Gabbana, Zales e persino Lego group.

Il nostro elenco annuale delle celebrità morte più redditizie misura il reddito ante imposte dal 1 ottobre 2019 al 1 ottobre 2020. Compiliamo i nostri numeri con l’aiuto dei dati di MRC Data, IMDbPro, NPD BookScan e interviste con addetti ai lavori del settore. Le commissioni per agenti, manager e avvocati non vengono detratte.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!