Opstart lancia Crowdbond: il portale di debt crowdfunding per bond e minibond. Essenziale la partnership con Notarify (partecipata di BFC Media)

firma digitale studio chiomenti infocert
firma digitale studio chiomenti
Share
crowdbond, notarify
(shutterstock.com)

Crowdbond: è questo il nome del nuovo portale di debt crowdfunding lanciato da Opstart, piattaforma di equitylending debt crowdfunding, che offre alle pmi l’opportunità di finanziare la propria crescita, grazie alla possibilità di emettere obbligazioni, titoli di debito e cambiali finanziarie e di raccogliere capitali da investitori professionali e da particolari categorie di investitori retail.

Nato come divisione specializzata di Crowdbase, multipiattaforma fintech di Opstart realizzata con l’obiettivo di introdurre nuove soluzioni per fornire capitali all’economia reale e offrire al contempo opportunità di investimento innovative e diversificate agli investitori, attraverso l’utilizzo delle più avanzate tecnologie, il portale Crowdfbond permetterà di investire in bond e minibond (fonte di finanziamento alternativa al credito bancario).

Come evidenzia, Giovanpalo Arioldi, fondatore e ceo di Opstart, “Crowdbond è l’unico portale di Debt Crowdfunding   che effettua per gli investitori un servizio di monitoraggio della società emittente. Grazie alla collaborazione con il nostro partner Easyfintech, infatti, per tutta la durata dell’emissione, con cadenza semestrale, inviamo agli investitori un report completo in cui vengono aggiornate le informazioni sull’azienda e quotidianamente invece vengono segnalati eventuali cambiamenti o eventi rilevanti in capo all’emittente”.

Come funziona il portale Crowdbond 

Il funzionamento di Crowdbond è molto semplice: per investire, infatti, basta registrarsi e completare la profilazione con i dati richiesti, indicando la tipologia di investitore che si vuole diventare. A questo punto, è possibile selezionare i progetti che si reputano più validi e interessanti e iniziare così ad investire.

Le società che decideranno di raccogliere capitali su Crowdbond verranno preventivamente analizzate da Easyfintech, innovativa società fintech partner di Opstart) che, oltre ad occuparsi dell’analisi e della profilazione finanziaria di soggetti economici, effettuerà una approfondita valutazione del merito creditizio e della sostenibilità finanziaria delle aziende che si candidano per effettuare una raccolta di capitali nella forma di debito sul portale. Questa valutazione, successivamente, sarà convertirà in una relazione finale, messa a disposizione dell’advisory board e del comitato di delibera di Opstart, che dovrà approvare la pubblicazione della campagna di raccolta per quella specifica emissione obbligazionaria.

I i vantaggi dei Minibond

Entrando nel merito dei minibond, è importante evidenziare che la loro emissione presenta diversi vantaggi per le aziende, tra cui:

  • diversificazione delle fonti di debito e superamento della classica dipendenza dalle tradizionali fonti di finanziamento bancarie,
  • assenza di segnalazione in centrale rischi Banca d’Italia
  • miglioramento della pianificazione finanziaria, nonché l’opportunità in alcuni casi di legare il rendimento del titolo alle performance dell’azienda, di sostenere periodicamente l’esborso dei soli interessi sull’importo raccolto posticipando il rimborso del capitale in un unica soluzione alla scadenza dell’emissione (minibond bullet)
  • agevolazioni fiscali: come deducibilità degli interessi passivi nella misura del 30%, deducibilità dei costi di emissione nello stesso esercizio in cui sono sostenuti dall’azienda ed esenzione della ritenuta alla fonte sui proventi corrisposti attraverso l’applicazione dell’imposta sostitutiva sulle cedole nella misura fissa del 26% in favore degli investitori.

La prima emissione e la partnership tecnologica con Notarify

La prima campagna sarà quella di ARC Real Estate, info-provider indipendente per banche e fondi d’investimento nel mercato italiano del credito e del credito problematico. L’importo dell’emissione è pari a 1.500.000 euro e il tasso di interesse del 6% annuo lordo. Le somme raccolte con l’emissione del minibond verranno impiegate per l’acquisto di portafogli di non performing loan (NPL). Una volta compiuta la raccolta, i titoli saranno dematerializzati presso Monte Titoli e ciascun investitore avrà nel proprio portafoglio i titoli dematerializzati.

Successivamente, sarà il turno di Fenice SPA Società Benefit, società indipendente e specializzata che investe prevalentemente in energie rinnovabili. Con questa nuova emissione di Fenice SPA, Opstart introduce un sistema di digitalizzazione dei titoli tramite certificazioni di autenticità blockchain, grazie ad una partnership con Notarifypartecipata BFC Media, il primo archivio digitale in cloud che certifica ogni documento potenziandone il valore legale e consentendo una condivisione semplice e sicura grazie al potere della blockchain. Grazie a Opstart e a Notarify, quindi, Fenice SPA sarà così la prima azienda in Italia ad utilizzare un sistema di digitalizzazione dei titoli con certificazione di autenticità in blockchain.

Soddisfatto Federico Monti, ceo di Notarify: “Sin dalle proprie origini la nostra azienda ha dichiarato l’ambizione di innovare l’economia e la finanza attraverso servizi decentralizzati, alternativi a quelli tradizionalmente erogati da soggetti istituzionali. Oggi 1 Dicembre 2020, continua il numero uno della partecipata di BFC Media, compiamo un nuovo, importante passo in questa direzione, diventando fornitori di un sistema di interesse pubblico che consente di validare, con data certa e garanzia di immutabilità, un documento digitale, rendendolo unico e autorevole, senza bisogno di un’autorità garante. Questo grazie al potere infallibile ed incorruttibile della Blockchain. Notarify, infatti, usa i tre registri decentrallizzati più performanti del Mondo (Bitcoin, Ethereum e EOS), altresì abbinati all’Intelligenza Artificiale e alle tecnologie di riconoscimento biometrico, per garantire persino l’identità dei sottoscrittori. Siamo felici – conclude Federico Monti – di poter contribuire alla realizzazione di un progetto che porta ai massimi livelli efficienza, semplicità e sicurezza a favore di privati ed aziende, piccole o grandi, con un riguardo speciale alla sostenibilità garantita dalla digitalizzazione totale di tutti i processi.”

Mercoledì 9 Dicembre 2020, alle 18.00, si terrà il webinar “I nuovi paradigmi del Fintech” in cui si parlerà dell’evoluzione di Opstart da portale di equity crowdfunding a hub di finanza alternativa a 360°. Interverranno: Giovanpaolo Arioldi, CEO di Opstart e Crowdbase, Marcello Negri, CEO di Easyfintech, Luca Lo Po’, Head of Financial Services and Capital Markets di DWF Legal, Federico Monti, CEO di Notarify, Massimiliano De Castro, Ceo di ARC Real Estate spa, Mauro Gorini, Ceo di Fenice spa Società Benefit.

Per partecipare al webinar clicca qui.

Per conoscere meglio Crowdbond clicca qui.