Voglia di investire? Ecco 5 libri di finanza per partire col piede giusto

(Getty Images)
Share
(Getty Images)

Da come investire fino ad arrivare a riflessioni sulla natura umana e sul mondo della finanza e dell’economia. Sono i diversi i temi dei 5 libri identificati per Forbes.it da Alessandro Moretti, fondatore di Io Investo.Consigliare libri, devo ammetterlo, non è mai facile. Quando si parla di finanza e investimenti, poi, e ancora più alto il  rischio di cadere nella banalità. Probabilmente alcuni dei titoli che troverete tra questi 5 libri per imparare a investire li avrete già letti, tuttavia ne consiglio la lettura e, perché no, la rilettura”. 

“Molti libri ci aprono a nuove riflessioni proprio grazie a una seconda lettura, forse perché li applichiamo con uno sguardo nuovo anche alla nostra vita o alle cose che come si dice capitano mentre siamo impegnati a vivere. Ho selezionato titoli che vanno dal teorico al pratico e che vi possano far ragionare sul perché sia importante investire e sul come farlo nella maniera più corretta”.

LEGGI ANCHE: “Libri sotto l’albero: i 5 consigli di Bill Gates per le feste di Natale”

I 5 libri di finanza da leggere

1. Giocati dal caso di Nicholas Taleb
“Se tutti sanno – racconta Moretti – che questo è il primo della Trilogia dell’incerto che lo lega ai  più noti: Il cigno nero e il Antifragile, pochi sanno invece che questo in realtà non è il primo vero libro di Taleb, ma il secondo. Il primo era un manualone sui derivati che al momento non vi consiglio. Giocati dal caso, invece, lo ritengo fondamentale per imparare ad investire. Taleb-Nerone ci insegna subito quanto sottovalutiamo il ruolo che il Caso ricopre nella nostra vita. Siamo naturalmente portati a dare spiegazioni e vedere connessioni tra eventi non realmente correlati tra loro. Le nostre analisi sono spesso racconti, narrazioni che poco o nulla hanno di reale. Illusioni che ci conducono in errore. Nessuno ne scampa. Come leggiamo dal libro, succede a tutti. Il libro ci insegna che tutti gli eventi, negativi e positivi che siano, sono imprevedibili e inevitabili. Quello che dobbiamo imparare a fare è gestire il capitale dagli eventi negativi e cercare di sfruttare a nostro favore quelli positivi. Una delle mie citazioni preferite a riguardo: “Gli eroi sono eroi perché il loro comportamento è eroico, non perché vincano o perdano”.Consigliatissimo. Valore aggiunto: ripassare e appassionarsi alle discipline della statistica e della probabilità avverrà in maniera naturale senza neanche rendersene conto.

2. Pensieri lenti e veloci di Kahneman
“Un libro perfetto per chi ancora pensa che la finanza sia solo un fatto di numeri e razionalità. Qui si scopre invece che è proprio l’irrazionale, l’emotività a guidare (e a rovinare) i nostri investimenti. Il filone dell’economia comportamentale ci ricorda e ormai ha fatto (quasi) pace con il fatto che non siamo, né possiamo, essere razionalità e logica pura, siamo fatti di sinapsi, reti neurali, di un sistema 1 e di un sistema 2. Un libro adatto a tutti, dai risvolti utili non solo per chi è appassionato di economia e psicologia, ma anche per i professionisti dai medici ai giuristi. Un libro ricco di ‘esperimenti particolari’ su esperienze quotidiane che provano come euristiche, bias e statistica possono portarci a decisioni finanziariamente errate e che invece avere un controllo, una visione esterna e preparata possa fare la differenza aiutandoci ad evitarli o riuscendo a riparare ad essi. Se non possiamo essere ancora “homo oeconomicus” ricordiamoci che homo faber fortunae suae quindi perché continuare ad aspettare per imparare ad investire?

3. Soldi. Domina il gioco di Anthony Robbins.
“Il libro di Robbins sicuramente punta ad aprirvi finalmente gli occhi su tutti i miti, e sono tanti, che rovinano le vostre finanze. In pochi semplici passi punta a fornirvi le basi per iniziare a gestire al meglio i vostri soldi per costruirvi o rinsaldare la vostra sicurezza finanziaria. In questo caso lo consiglio anche per le interviste ai big della finanza e degli investimenti: John Bogle, Warren Buffett, Ray Dalio e sì anche Steve Forbes. Un libro che rimane utile fino all’ultima pagina, ricco di riflessioni e consigli che potete mettere in pratica già durante la lettura. Va bene la teoria ma come dice lo stesso autore, iniziamo anche a mettere in pratica, passiamo da semplici consumatori a investitori. Ecco perché si passa al quarto libro”.

4. Il piccolo libro dell’investimento di John Bogle
“John Bogle è il fondatore di Vanguard e come se non bastasse è stato il creatore del primo index mutual fund. Dopo questa lettura gli etf non saranno più un mistero anzi capirete la grande differenza che possono fare sul vostro investimento. Inoltre, oltre a permetterci di capire le differenze tra investimenti in fondi attivi e fondi passivi (i primi caratterizzati da alti costi e molto remunerativi per gli istituti, i secondi dai bassi costi e remunerativi per voi) è una vera e propria guida all’investimento valida e chiara sia per chi parte da zero sia per chi vuole ripassare concetti e termini tecnici necessari per muoversi in questo tanto appassionante e avvincente mondo, perché la conoscenza e anche la libertà finanziari possono renderci liberi e farci vivere meglio. Valido e chiaro sia per chi parte da zero, sia per chi vuole ripassare alcuni concetti”.

5. I 7 peccati finanziari di Alessandro Moretti e Danilo Zanni
“Lo so, svela il fondatore di Io Investo e autore del libro, potreste pensare male. Invece mi sento di consigliarlo perché, anche se vi sembrerà di star leggendo ‘solo’ un bel romanzo, si tratta di una lettura a 360 gradi su come iniziare a fare una corretta gestione finanziaria. Prometto che non sarà uno di quei libroni noiosi e difficili da comprendere. Semplicemente percorrendo la vita di due fratelli, Andrea e Leonardo, apprenderete i 7 errori da non commettere nella gestione delle vostre finanze, i 7 principi fondamentali per raggiungere la libertà finanziaria sui quali dovrebbe basarsi una buona consulenza finanziaria. Che sia il risparmio, dove noi italiani purtroppo o per fortuna siamo campioni, l’immobile di proprietà o l’aver sottovalutato la copertura assicurativa o data per scontata la previdenziale, sono certo che dei 7 peccati almeno uno lo avrete commesso. Ma la redenzione è possibile grazie alle conoscenze e alle competenze giuste per gestire le proprie finanze e investire in maniera efficiente e remunerativa. Anche perché anche se cerchiamo in tutti i modi di sfuggire dai numeri, dai calcoli e dalle valutazioni, la finanza è parte delle nostre vite e prima impariamo a gestirla e integrarla nella nostra esistenza prima potremo iniziare a vivere più serenamente”, conclude Alesso Moretti.

LEGGI ANCHE: “Non solo Madoff: 5 consigli per difendersi dalle truffe finanziarie più comuni”