La Tesla Model S diventa cabrio grazie alla modenese Ares Design

Tesla Model S cabrio
Share
Tesla Model S cabrio
(Courtesy Ares Design)

I carrozzieri italiani, capaci di plasmare le forme di vetture leggendarie, sono conosciuti in tutto il mondo. La crisi che ha travolto il mondo dell’automobile ha portato però molte delle aziende di design a cui facevano capo questi leggendari maestri a chiudere i battenti o a essere acquisite. Ma la memoria storica frutto di oltre mezzo secolo di capolavori è ancora cristallizzata in ogni appassionato di auto. Permangono poi alcuni piccoli atelier che creano progetti speciali su richiesta dei clienti, che rimandano all’iconico stile del passato. Ne è un esempio la modenese Ares Design, conosciuta per creazioni come la Panther, ispirata alla De Tomaso Pantera, la Project Pony, che riprende la Ferrari 412, o la Wami Lalique Spyder, dedicata alla due posti con carrozzeria disegnata da Pietro Frua, la Maserati A6G/2000 Spider del 1956. La Tesla Model S cabrio è l’ultima opera d’arte della Ares.

Tesla Model S, da berlina a cabrio

Tesla Model S cabrio Ares
(Courtesy Ares Design)

Anche in questo caso si tratta di un progetto speciale, realizzato su espressa richiesta di un cliente. Il lavoro compiuto dall’atelier modenese è riuscito a trasformare una berlina in una cabrio, senza snaturarne lo stile.

Per attuare la transizione sono stati ovviamente rimossi il tetto, le portiere posteriori e i montanti B. Per far fronte all’assenza delle porte posteriori, quelle anteriori sono state allungate e il padiglione, all’interno del quale è celato il tetto in tela, è stato completamente riprogettato. A completamento della metamorfosi della Tesla Model S, la Ares ha installato uno specifico kit aerodinamico con finiture in carbonio.

Dal punto di vista della rigidità torsionale, gli ingegneri, per far fronte all’assenza del tetto e dei montanti B, hanno dovuto irrigidire il telaio. Hanno inserito così nuovi elementi nei longheroni sottoporta, nella zona al di sotto dell’abitacolo e in quella posizionata dietro ai sedili posteriori.

L’opera di trasformazione ha interessato anche gli interni, che sono stati resi più lussuosi. Ares ha sostituito i sedili posteriori con nuove unità realizzate su misura e la plancia è stata rivestita con pellami pregiati bianco ghiaccio, con dettagli di color arancio, visibili sul volante e sulla palpebra della plancia.

Tesla Model S cabrio Ares
(Courtesy Ares Design)