Lamborghini da record: il 2020 è stato il secondo miglior anno di sempre per fatturato e vendite

Stephan Winkelmann, ceo e presidente di Lamborghini.
Stephan Winkelmann, presidente e ceo di Lamborghini. (Photo by Harold Cunningham/Getty Images)
Share

Automobili Lamborghini ha saputo reagire con energia, flessibilità e determinazione al difficile contesto che ha caratterizzato il 2020, registrando performance finanziarie e commerciali positive. Il risultato finanziario più rilevante è dato dal raggiungimento del più alto tasso di profittabilità di sempre. Lo scorso anno si è attestato come il secondo miglior anno nella storia di Lamborghini, sia sul fronte del fatturato (1,61 miliardi di euro, in calo dell’11% rispetto al 2019 a causa dello stop produttivo di 70 giorni in primavera in ottemperanza alle direttive del Governo italiano durante la prima fase di emergenza Covid-19) sia in termini di vetture consegnate.

L’azienda ha dimostrato prontezza e versatilità nel rispondere al contesto attraverso un’attenta gestione dei costi e salvaguardando la continuità nel piano di lanci, ma non solo. La responsabilità sociale ha ricoperto un ruolo importante: durante il lockdown, l’azienda ha contribuito alla fabbricazione di mascherine, visiere e respiratori polmonari.

Negli otto mesi successivi al lockdown, il marchio ha lanciato sei nuovi modelli, tra cui la Huracán Evo RWD Coupé e Spyder, la Sián Roadster, la Essenza SCV12, la Huracán Sto e la SC20, una one-off open-top esclusiva. La Casa festeggia inoltre importanti traguardi, come la produzione di 10.000 Urus e 10.000 Aventador e il lancio di progetti di collaborazione come il modello in scala 1:8 di LEGO Group della Lamborghini Sián FKP 37, una Capsule Collection e una speciale Aventador S progettata dallo stilista giapponese Yohji Yamamoto, il motor yacht Tecnomar for Lamborghini 63 e la moto in edizione limitata Ducati Diavel 1260 Lamborghini.

Nel 2020 Lamborghini ha consegnato 7.430 vetture in tutto il mondo, il secondo miglior risultato commerciale di sempre dopo l’anno record del 2019 con 8.205 auto. Con 2.224 vetture gli USA si sono riconfermati il primo mercato, seguiti da Germania (607), Mainland China, Hong Kong e Macao (604), Giappone (600), Regno Unito (517) e Italia (347). 

Il 2021 si è inoltre aperto con prospettive molto positive: le consegne dei primi due mesi di quest’anno hanno superato già quelle del periodo precedente pre-pandemia e gli ordini finora raccolti coprono già nove mesi di produzione 2021. L’azienda si appresta quindi ad una nuova crescita con la previsione di un balzo della Cina al secondo posto dei principali mercati di riferimento.

Il 2021 è stato inaugurato con il lancio commerciale della Huracán STOSuper Trofeo Omologata – presentata a fine 2020, una super sportiva da pista omologata per l’uso stradale ispirata alla tradizione sportiva della serie di Huracán Super Trofeo EVO sviluppate per il campionato monomarca dalla Squadra Corse, ma anche alla Huracán GT3 EVO vincitrice tre volte della 24 Ore di Daytona e due volte della 12 Ore di Sebring. Alla Huracán STO si aggiungeranno quest’anno due ulteriori novità di prodotto basate sull’iconico V12 Lamborghini.