Virgin Galactic presenta Spaceship III, la nuova generazione di velivoli per turisti spaziali

Share

Il rinvio dell’ultimo test di febbraio e le recenti settimane di silenzio avevano tarpato le ali di molti sognatori. Oggi, tuttavia, Virgin Galactic torna prepotentemente a far parlare di sé. L’occasione è la presentazione di VSS Imagine, la nuovissima Spaceship III che entra a far parte della “flotta del futuro” e che dal 2022 dovrebbe iniziare i suoi voli turistici. I primi test a terra, cui seguiranno le attività di volo in planata, inizieranno quest’estate presso lo Spaceport America, uno spazioporto situato nel deserto Jornada del Muerto, in New Mexico.

Se finora non si sapeva praticamente nulla del nuovo velivolo, la presentazione ufficiale di oggi ha soddisfatto qualche curiosità. L’innovativo design della livrea, rifinito interamente con un materiale simile ad uno specchio, riflette l’ambiente circostante. Vss Imagine infatti cambierà costantemente colore e aspetto durante i suoi viaggi dalla terra allo spazio, con un effetto davvero sorprendente all’occhio umano. Un’innovazione che darà un vantaggio all’estetica, ma anche alla praticità: contribuirà infatti ad aumentare la protezione termica, incrementare la velocità e rendere più semplice la manutenzione.

E la flotta non finisce qui. Mentre Vss Imagine svolgerà i primi test a terra, la produzione di Virgin Galactic si concentrerà sulla seconda navetta, il Vss Inspire. Procede così lo sforzo ormai pluriennale dell’azienda britannica, che con i suoi velivoli mira ad eseguire fino a 400 voli all’anno per ogni spazioporto.

A trainare la Vss Imagine fuori dall’hangar per la prima volta è stato Dee Chester, uno dei futuri astronauti di Virgin Galactic. Un gesto simbolico, che segna un’importante pietra miliare della compagnia di Richard Branson. “Le astronavi Virgin Galactic sono costruite appositamente per offrire una nuova prospettiva alle migliaia di persone che presto potranno sperimentare la meraviglia dello spazio”, ha dichiarato il magnate fondatore. “Vss Imagine non è solo bella da guardare, ma rappresenta anche la crescita della flotta di astronavi di Virgin Galactic”.

Due navi che contribuiscono a rendere lo spazio un obiettivo non più così lontano. “Oggi abbiamo presentato la nostra classe di veicoli Spaceship III, segnando l’inizio della flotta Virgin Galactic”, ha aggiunto Michael Colglazier, ceo dell’azienda. “Congratulazioni al nostro team dedicato che ha lavorato così brillantemente per raggiungere questo traguardo”. I funzionari di Virgin Galactic fanno sapere che difficilmente sarà possibile effettuare una prima serie di test della neonata navicella prima dell’estate. Ma è quanto bastava, almeno per il momento. Almeno per continuare a guardare lo spazio e sognare.