Arriva in edicola il numero di maggio di Forbes dedicato ai miliardari

Share

“La felicità è risolvere i problemi. Non credo, anche per la mia formazione, che la felicità consista nel non avere problemi. Semmai sta nel poterli superare”. Sono parole di John Elkann, protagonista del volume 43 del mensile Forbes (in edicola domani). Il leader di Exor, holding di una delle più importanti dinastie del denaro europee, debutta nella classifica Forbes Billionaires. L’erede della dinastia Agnelli, è al centro di numerosi progetti: sistemata l’alleanza con Peugeot in Stellantis, “Yaki” è oggi alle prese con le scelte per la Ferrari del futuro, a cavallo tra tecnologia e lusso, l’ingresso nel mondo della moda, la vocazione editoriale sia in Italia che con l’Economist e la passione per l’innovazione alimentata dalla frequentazione e dall’amicizia con Elon Musk e Jeff Bezos, punti di riferimento americani come Henry Kissinger lo fu per il nonno Avvocato.

La cover story su Elkann introduce la selezione dei miliardari italiani. La classifica Forbes Billionaires ha contato 51 miliardari italiani, in aumento rispetto ai 36 dello scorso anno, con una fortuna complessiva di circa 204,5 miliardi di dollari. La selezione, è capeggiata da Giovanni Ferrero con 35,1 miliardi di euro. Il presidente esecutivo della multinazionale dolciaria che porta il nome della sua famiglia, ha fatturato solo nel 2020 12,3 miliardi di euro. Giovanni, rimasto solo alla guida del gruppo dopo la prematura scomparsa del fratello Piero nel 2011, è fortemente impegnato nel progetto di espansione oltreoceano: nel 2018 ha acquistato il business dolciario del gruppo Nestlé negli Usa. Oltre a Ferrero, la selezione comprende i grandi nomi del Made in Italy, tra i quali, Leonardo Del Vecchio di Luxottica (25,8 miliardi), il re della moda milanese Giorgio Armani (7,7 miliardi), l’imprenditore Giuseppe De Longhi (5,2 miliardi), Giuliana Caprotti di Esselunga (1,7 miliardi) e tanti altri.

Per la rubrica Financial Picture, il ritratto del principale collaboratore di Mario Draghi, Daniele Franco. Il Ministro del Tesoro, bellunese doc da sempre molto vicino a Mario Draghi, è soprannominato il mastino per la guardia feroce ai conti pubblici quand’era ragioniere dello Stato. Oltre che a vigilare sull’esecuzione del Recovery Fund e sulla ripartenza dell’azienda Italia, siederà in cabina di regia delle 115 nomine in novanta società partecipate dalla mano pubblica.

Per la rubrica Contrarian, il coraggio di osare, la storia di Yoni Assia, fondatore della piattaforma di investimento eToro, la prima realtà ad avere realizzato il concetto di social investing. Oggi conta oltre 20 milioni di utenti, in più di 100 Paesi. E sta per sbarcare in Borsa con una valutazione di 10 miliardi di dollari, una stima che permetterà alla piattaforma di investimento multi-asset di poter innovare la propria offerta di prodotti e diversificare le fonti di entrata.

Nello speciale PMI, l’intervista ad Alessandro Spada presidente di Assolombarda. Classe ’67, guida la più grande associazione territoriale del sistema Confindustria, che rappresenta quasi 7 mila imprese sui territori di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia. Spada, racconta a Forbes come Assolombarda guardi con ottimismo e fiducia la ripartenza dell’economia italiana, grazie alle favorevoli previsioni di aumento dell’export, al Recovery Plan presentato dalla Ue, e all’aumento delle richieste di brevetti europei da parte delle Pmi italiane.

Nella sezione Cars, approfondimento dedicato al mondo delle 4×4 con Compass, il nuovo modello presentato da Jeep. Nel suo ottantesimo anniversario, il brand americano ridisegna un Suv che prevede tre motorizzazioni: benzina, diesel e ibrido plug-in. Un debutto importante per un modello che rappresenta il 40% delle vendite della casa automobilistica italo-statunitense e che apporta numerose novità, tra cui la frenata automatica con riconoscimento pedoni e ciclisti e l’Highway Assist ovvero la guida autonoma di livello due, che accelera e frena l’auto regolando automaticamente velocità e traiettoria.

Forbes Design dedica un focus alla piattaforma di servizi fondata da Lorenzo Pascucci Milano Contract District. Un format che personalizza gli interni di un appartamento, integrando il processo di home design con quello edile-costruttivo. “Oggi, con la pandemia c’è l’esigenza di vivere in spazi dinamici, per soddisfare più esigenze d’uso”.

Per la rubrica Travel spazio a Dream&Charme, un ente certificatore di strutture ricettive in Italia e all’estero. Oltre 800 indicatori hanno reso possibile la creazione di una golden list che include circa 100 dimore certificate tra cui sontuose ville, resort esotici, hotel, residenze d’epoca e persino un castello toscano: un servizio a sostegno dei viaggiatori che azzera il rischio di incappare in strutture ricettive con caratteristiche diverse da quelle prenotate