Intesa Sanpaolo è la prima banca italiana a ricevere la certificazione che premia la diversità e l’inclusione

Paola Angeletti, chief operating officer di Intesa Sanpaolo
Paola Angeletti, chief operating officer di Intesa Sanpaolo
Share

Intesa Sanpaolo è la prima banca in Italia e tra le prime in Europa a ricevere la Gender Equality European & International Standard (GEEIS-Diversity), la certificazione internazionale dell’associazione Arborus rilasciata tramite Bureau Veritas e finalizzata a valutare l’impegno delle organizzazioni in materia di diversità e inclusione. “Questa certificazione volontaria indica che Bureau Veritas riconosce l’attenzione di Intesa Sanpaolo per l’equità di genere e per la valorizzazione della componente femminile della banca. Una significativa attestazione dei risultati raggiunti con le nostre politiche di genere che conferma il buon posizionamento nei principali indici internazionali in ambito di promozione delle pari opportunità sul luogo di lavoro”, ha commentato Paola Angeletti, chief operating Officer Intesa Sanpaolo.

“Grazie all’attività di valutazione da parte di Bureau Veritas”– afferma Diego D’Amato, presidente e amministratore delegato di Bureau Veritas Italia –  Intesa Sanpaolo ha avuto la conferma della maturità del suo approccio in ambito Diversity & Inclusion, misurandosi con uno standard che esprime le best practice a livello internazionale. Per Bureau Veritas è motivo di orgoglio confrontarsi con realtà all’avanguardia nell’ambito della gestione delle risorse umane”.

LEGGI ANCHE: “Donne manager e direttrici di filiali: in Intesa Sanpaolo il gender gap non è più un problema”

Entrando nel dettaglio, il processo di valutazione ha esaminato i dati, i processi del personale, le policy e i piani d’azione con particolare attenzione alla consequenzialità tra le attività di ascolto, le iniziative e i progetti svolti e il monitoraggio dei risultati. Inoltre, bisogna anche evidenziare che Intesa Sanpaolo è inserita nel “Bloomberg Gender-Equality Index” 2021, con un punteggio ampiamente superiori alla media del settore finanziario globale e nel Diversity & Inclusion Index di Refinitiv, indice internazionale che seleziona le 100 aziende al mondo quotate in Borsa come più inclusive e attente alle diversità; è stata inoltre riconosciuta da Equileap Research nella top 5 del FTSE MIB 40, nella classifica “2020 Gender Equality in Spain, Italy and Greece”.