Adesso è ufficiale, Rihanna è una nuova miliardaria: ecco il suo patrimonio

Rihanna, miliardaria grazie a Fenty Beauty
Photo by Caroline McCredie/Getty Images for Fenty Beauty by Rihanna)
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

articolo di Madeline Berg

Quando Robyn Fenty, conosciuta in tutto il mondo come Rihanna, ha lanciato Fenty Beauty nel 2017, ha cercato di creare un’azienda di cosmetici che facesse sentire “le donne ovunque incluse”. Una conseguenza forse involontaria: la linea di bellezza le ha permesso di entrare in uno dei club più esclusivi al mondo: quelli dei Miliardari.

Secondo le stime di Forbes, Rihanna vanta un patrimonio di 1,7 miliardi di dollari, che la rende la musicista donna più ricca del mondo e seconda solo a Oprah Winfrey come intrattenitrice più ricca. Ma non è la sua musica che l’ha resa così ricca. La maggior parte della sua fortuna (circa 1,4 miliardi di dollari) proviene proprio dal valore di Fenty Beauty, della quale possiede il 50% secondo Forbes. Poi, la restante parte del suo patrimonio coincide con la sua quota di partecipazione nella sua azienda di lingerie, Savage x Fenty, del valore stimato di 270 milioni di dollari, e nei guadagni ottenuti grazie alla sua carriera da musicista e attrice in cima alle classifiche.

Anche se Rihanna, nata alle Barbados, non è l’unica celebrità a capitalizzare il suo seguito sui social media – ha 101 milioni di follower su Instagram e 102,5 milioni su Twitter – per dar vita a un marchio di bellezza, tuttavia è l’imprenditrice di beauty di maggior successo a farlo. Fenty Beauty, una joint venture 50-50 con il conglomerato francese di beni di lusso LVMH (gestito da Bernard Arnault, la seconda persona più ricca del mondo), è stata lanciata nel 2017 con l’obiettivo dell’inclusività. I suoi prodotti sono disponibili in una vasta gamma di colori – il fondotinta è offerto in 50 tonalità, comprese le tonalità più scure più difficili da trovare per le donne di colore – e sono modellati nella sua pubblicità da un gruppo altrettanto diversificato di persone.

Disponibili online e nei negozi Sephora, anch’essi di proprietà di LVMH, i prodotti hanno riscosso un successo immediato. Entro il 2018, il suo primo anno solare completo, la linea stava generando oltre $550 milioni di di ricavi annuali, secondo LVMH, battendo altri marchi fondati da celebrità come Kylie Cosmetics di Kylie Jenner, KKW Beauty di Kim Kardashian West e Honest Co di Jessica Alba. “Molte donne sentivano che non c’erano linee là fuori che soddisfacessero il tono della loro pelle. Era chiaro, medio, medio scuro, scuro”, afferma Shannon Coyne, co-founder della società di consulenza sui prodotti di consumo Bluestock Advisors. “Sappiamo tutti che non è la realtà. È stata una delle prime marche che è uscita e ha detto: ‘Voglio parlare a tutte quelle persone diverse.’”

Mentre le vendite di cosmetici hanno rallentato durante la pandemia, le aziende di beauty continuano ad aumentare il loro valore. I titoli di grandi conglomerati di bellezza, come Estée Lauder e L’Oréal, sono andati incontro a un rialzo, raggiungendo i massimi storici e scambiando a 7,5 (o più) volte i ricavi annuali. Nel frattempo, all’inizio di quest’anno, marchi indipendenti, come Beautycounter e Charlotte Tilbury, hanno siglato accordi con valutazioni di miliardi di dollari con società di investimento.

Questa è una buona notizia per Rihanna. Grazie agli impressionanti multipli che stanno facendo registrare commercialmente le aziende di beauty, Fenty Beauty vale secondo Forbes 2,8 miliardi di dollari. E sono tanti i segnali che indicano che l’azienda sta continuando a crescere. Nel suo rapporto annuale per il 2020, LVMH ha affermato che Fenty Skin, lanciato l’anno scorso, è partito con un “inizio molto promettente” e “ha generato un attenzione senza precedenti” e che Fenty Beauty “ha mantenuto il suo fascino come top brand per il trucco”.

Fenty Beauty non è l’unico marchio da miliardi di dollari di Rihanna. A febbraio la sua linea di lingerie, Savage x Fenty, ha raccolto 115 milioni di dollari in finanziamenti con una valutazione di 1 miliardo di dollari. La società, lanciata nel 2018 come joint venture con TechStyle Fashion Group, conta come azionisti diversi investitori blue-chip (finanziariamente stabili e consolidati), come Marcy Venture Partners di Jay-Z e la società di private equity L. Catterton (di cui Bernard Arnault è un investitore). Rihanna mantiene una quota di proprietà del 30%, secondo le stime di Forbes. Secondo quanto riferito, l’ultimo round di finanziamento sarà utilizzato per l’acquisizione di clienti e l’espansione della vendita retail.

Attenzione, non tutto ciò che tocca Rihanna diventa oro. A febbraio, LVMH e Rihanna hanno confermato in una dichiarazione a Forbes di aver chiuso un’altra loro azienda, una casa di moda e accessori di fascia alta chiamata anche Fenty. Lanciata nel 2019, Fenty ha cercato di estendere il marchio di inclusività di Rihanna e di offrire diversi stili grazie a un ampia gamma di taglie. Ma come molti marchi di moda di lusso, la linea ha sofferto molto durante la pandemia, rilasciando la sua ultima collezione a novembre 2020. Di cosa si potrebbero lamentare i suoi fan quando si parla della sua carriera di magnate della moda e della bellezza? Del fatto che la tiene molto occupata. Se prima pubblicava un album quasi ogni anno, adesso, non pubblica un nuovo album da Anti del 2016Tuttavia, dal punto di vista finanziario, sta andando bene: “Sta creando un marchio al di fuori di se stessa. Non si tratta solo di Rihanna”, afferma il consulente Coyne. “Anche se non ti piace la sua musica, ha creato un vero stile nel campo della moda e della bellezza”.