Forbes global media holdings inc. si quota alla Borsa di New York

Wall Street Forbes
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Forbes global media holdings inc., l’iconico brand di informazione economica che segue i più influenti leader che guidano le tendenze globali, e Magnum opus acquisition limited, una società di acquisizione a scopo speciale che si concentra sui settori dei consumi globali, della tecnologia e dei media, hanno annunciato oggi di avere stipulato un accordo per una fusione. La transazione dovrebbe concludersi alla fine del quarto trimestre 2021 o del primo trimestre del 2022 e permetterà a Forbes di capitalizzare sulla trasformazione digitale compiuta con successo negli ultimi anni, sfruttando tecnologia e analisi basate sui dati per coinvolgere maggiormente il proprio pubblico e associare una qualità più alta ai flussi di entrate.

L’attuale team dirigenziale di Forbes, composto da veterani del settore, tutti determinanti ai fini della trasformazione digitale di Forbes e dei suoi recenti risultati economici da record, resteranno al vertice della compagnia risultante dalla fusione, guidati dall’amministratore delegato Mike Federle.

Oggi il brand di Forbes raggiunge più di 150 milioni di persone in tutto il mondo, tramite il suo giornalismo affidabile, i suoi caratteristici eventi live, i programmi di marketing personalizzato e 45 edizioni locali autorizzate che coprono 76 paesi. Le estensioni del marchio includono accordi di licenza nel settore immobiliare, l’istruzione e i servizi finanziari. Tramite le sue piattaforme digitali, Forbes è uno dei 50 siti più visitati del web. Secondo i dati di Comscore, Forbes si classifica costantemente come il marchio di informazione economica più gettonato in segmenti di pubblico e in fasce di età molto ambite. Da 104 anni la missione editoriale di Forbes è sempre la stessa: fornire alle persone la conoscenza, le risorse, l’ispirazione e le connessioni necessarie per raggiungere il successo. Tale missione ha creato un potente hub per imprenditori e comunità di business in tutto il mondo e ha rivestito un ruolo importante nel mettere in contatto molte persone con informazioni e analisi affidabili nel mezzo di un mercato in rapida evoluzione.

La transazione aiuterà Forbes a potenziare al massimo il suo marchio e i suoi valori aziendali, oltre a usare il suo insieme di tecnologie proprietarie e analisi per convertire i lettori in utenti a lungo termine e sempre più coinvolti dalla piattaforma, anche tramite iscrizioni e abbonamenti per contenuti premium e offerte di prodotti altamente mirate.

La società risultante dalla fusione annuncerà prossimamente nuovi membri indipendenti del suo consiglio di amministrazione. La diversità e l’inclusione sono componenti fondamentali della cultura di Forbes, e il suo cda rifletterà questi valori.

“Sfruttando il nostro brand iconico e globale, Forbes sta seguendo una strategia per una piattaforma fondata sui dati e sta diventando in breve tempo un canale tramite il quale aziende, imprenditori e consumatori possono prendere parte alle conversazioni e alle tendenze che danno forma al mondo di oggi”, ha dichiarato Mike Federle, ceo di Forbes. “Con questa trasformazione in una società quotata, Forbes avrà il capitale per accelerare la sua crescita, mettendo in atto la sua strategia di contenuti differenziati e realizzando appieno il potenziale del nostro brand iconico”.

“Da quando siamo coinvolti, è stato entusiasmante vedere la dirigenza di Forbes completare con successo una trasformazione digitale, per poi realizzare entrate annue da record”, ha affermato TC Yam, executive chiarman di Integrated whale media, che ha acquistato una quota di maggioranza di Forbes nel 2014. “Questa operazione è la testimonianza dell’eccezionalità di un team dirigenziale esperto, della qualità e dell’affidabilità del giornalismo di Forbes e dell’impegno dell’intero team. Ora è il momento di un nuovo, entusiasmante capitolo della saga di Forbes, in cui saremo felici di essere ancora coinvolti come importanti investitori e partner, assieme agli investitori istituzionali e strategici di fama mondiale di Magnum Opus”.

“La piattaforma di Forbes è definita dall’alta qualità, dal giornalismo di grande impatto, dall’offerta di prodotti e da una base di utenti leale”, ha dichiarato Jonathan Lin, presidente e amministratore delegato di Magnum Opus. “Siamo felici di collaborare con un team dirigenziale esperto per sostenere iniziative in grado di accelerare la crescita di contenuti di alta qualità ed entrate. Forbes ha una portata vasta che sta ampliando e approfondendo con successo, tramite la cura di contenuti basati sui dati, in grado di fornire ciò che più interessa a ciascun utente. La strategia è perfettamente in linea con quella di Magnum Opus, che intende supportare le aziende che sfruttano la digitalizzazione per dare forma a user experience più tagliate sulle esigenze del singolo, e che usano l’analisi dei big data per creare feedback positivo e nuovi punti di contatto con i consumatori”.

La transazione assegna alla società risultante dalla fusione un valore pro forma implicito di 630 milioni di dollari, al netto di benefici fiscali. La transazione è stata approvata sia dal consiglio di amministrazione di Forbes, sia da quello di Magnum Opus. La transazione dovrebbe concludersi alla fine del quarto trimestre del 2021 o all’inizio del primo trimestre del 2022, ed è subordinata al soddisfacimento delle consuete condizioni di chiusura, inclusa l’approvazione degli azionisti di Magnum Opus.