A Monaco Porsche svela Mission R, prototipo di sportiva elettrica per le competizioni

Share

In In occasione del Salone IAA della Mobilità di Monaco Porsche presenta un’anteprima del futuro del motorsport: la concept car Mission R che coniuga tecnologie d’avanguardia e materiali sostenibili come la plastica rinforzata con fibre naturali, con la passione per le competizioni.

Oltre a un design futuristico il prototipo da competizione a trazione completamente elettrica e dal profilo estremamente ribassato presenta i tratti caratteristici delle sportive prodotte dalla Casa di Stoccarda-Zuffenhausen. I due motori elettrici di nuova concezione della Mission R erogano fino 1.088 CV nella cosiddetta modalità “qualifica”. 

La batteria con capacità di circa 80 kWh e l’innovativo sistema di recupero dell’energia consentono di effettuare gare di velocità (Sprint Race) senza perdita di potenza. «Porsche è il marchio per le persone che realizzano i loro sogni. Questo vale anche per gli sport motoristici. Oltre a partecipare al Campionato Mondiale di Formula E, ci accingiamo ora a fare un ulteriore grande passo avanti nella mobilità elettrica. La concept car che presentiamo rappresenta la nostra visione degli sport motoristici con vetture completamente elettriche per i clienti. La Mission R incarna tutto ciò che fa di Porsche un marchio forte: prestazioni, design e sostenibilità» ha dichiarato Oliver Blume, Presidente del CdA di Porsche.

La sportiva a trazione integrale accelera da 0 a 100 km/h in meno di 2″5. La velocità massima è di oltre 300 km/h. In pista il prototipo elettrico ha registrato lo stesso tempo sul giro dell’attuale 911 GT3 Cup. Grazie a motori elettrici e celle della batteria di nuova concezione, Mission R eroga una potenza costante 680 CV in modalità “gara”. Un motore elettrico da 435 CV alimenta l’asse anteriore, mentre al posteriore vengono trasferiti al massimo 653 CV. 

L’avanzata tecnologia a 900 volt ed il sistema Porsche Turbo Charging consentono di caricare la batteria dal 5 all’80% in soli 15 minuti. La ricarica può essere infatti effettuata fino a 340 kW. La vettura è studiata per offrire la massima downforce: parte dell’ala posteriore e i flap anteriori, oltre ad essere di grandi dimensioni, integrano una nuova variante del Porsche Active Aerodynamics con Drs. L’elemento posteriore è inoltre regolabile per adattare la vettura ai vari circuiti. La Mission R misura 4,32 metri, è larga 1,99 metri e alta appena 1,19 metri.