Qonto punta sull’Italia: nuove assunzioni e 100 milioni di euro d’investimenti nei prossimi due anni

Share

Qonto ha raccolto 486 milioni di euro in un round di investimento Serie D. La valutazione della fintech francese è ora di 4,4 miliardi di euro. Inoltre, l’azienda investirà 100 milioni di euro anche in Italia per i prossimi due anni.

L’ultimo round è guidato da investitori come Tiger Global e TCV, oltre ad altri otto nuovi sottoscrittori come Alkeon, Eurazeo, KKR, Insight Partners, Exor Seeds, Guillaume Pousaz, Gaingels e Ashley Flucas.

“Questo nuovo round di investimento”, ha detto Alexandre Prot, co-fondatore e ceo di Qonto, “è un’opportunità per accelerare il nostro trend di crescita investendo nel nostro prodotto, nel nostro servizio clienti e nella nostra capacità di attrarre nuovi talenti. Conferma inoltre il dinamismo dell’ecosistema tecnologico europeo. Questo è solo l’inizio della nostra avventura per servire al meglio le pmi e i liberi professionisti”.

La fintech che aiuta le pmi

Dal 2017, anno del suo lancio, Qonto lavora per fornire alle pmi e ai professionisti italiani soluzioni ad hoc per le proprie esigenze. Offrei ai clienti una gamma completa di servizi, dal business banking digitale a strumenti contabili integrati e soluzioni di gestione delle spese per team.

Nel 2020 è arrivato il lancio dell’Iban italiano e nel maggio 2021, con l’implementazione della funzionalità per il pagamento di F24 a debito e a credito, Qonto è diventata la prima fintech in Italia in grado di sostituire il tradizionale conto corrente bancario per pmi e professionisti. L’azienda conta al momento oltre 220.000 clienti business in quattro mercati (Francia, Italia, Germania e Spagna).

L’espansione in Europa 

Grazie all’ultimo round d’investimento Qonto punta ad aumentare ulteriormente la propria penetrazione in Italia, Germania e Spagna. Nel 2021, l’azienda ha aperto uffici locali a Milano, Berlino e Barcellona, per adattare completamente la propria offerta a ciascun mercato e consolidare la propria presenza negli ecosistemi locali, favorendo lo sviluppo di partnership.

Qonto sta registrando una rapida espansione in questi mercati: l’azienda ha quadruplicato i propri ricavi negli ultimi due anni. Nell’ultimo anno, ha registrato una forte crescita in Italia, con un incremento dei clienti del 145% nel 2021 rispetto al 2020. E investirà oltre 100 milioni di euro in ciascun mercato (Italia, Germania e Spagna) nei prossimi due anni. Qonto prevede inoltre di rafforzare la propria leadership europea entrando in nuovi mercati entro il 2023 e acquisendo, entro il 2025, il 75% di nuovi clienti al di fuori della Francia.

Nuove assunzioni fuori dalla Francia

Entro il 2025 verrà anche quadruplicato il team arrivando a oltre 2.000 persone entro il 2025, con il 50% delle nuove assunzioni al di fuori della Francia. Verrà creato un nuovo hub per le operazioni di assistenza ai clienti, con sede a Barcellona, progettato per mantenere la qualità eccellente del servizio di supporto clienti nella fase di crescita.

Per rafforzare la propria strategia di acquisizione di talenti a livello internazionale e soddisfare le esigenze di un team sempre più agile e mobile, l’azienda lancerà anche il programma europeo “Qonto Campus”, finalizzato a consentire e incoraggiare la mobilità internazionale tra gli uffici locali. Qonto prevede di arrivare a oltre 100 collaboratori focalizzati sul mercato italiano entro il 2023.

Infine, Qonto continuerà ad ampliare l’offerta di prodotti attraverso lo sviluppo in-house, nuove partnership strategiche e potenziali acquisizioni che permettano di offrire ai clienti i migliori prodotti disponibili sul mercato.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.