Tim Cook guadagna come 1.447 dipendenti di Apple messi insieme. Super compensi anche per l’italiano Maestri

Tim Cook Apple
(foto Justin Sullivan/Getty Images)
Share

Tim Cook, il manager scelto personalmente da Steve Jobs per guidare l’azienda da lui fondata, guadagna 1.447 volte la cifra di un dipendente medio della Apple. 

La cifra spunta da un documento inviato alla Sec, che porta la firma di Katherine Adams, senior vice president general counseil and secretary della Apple. Nel gotha dei manager Apple più pagati compare anche l’italiano Luca Maestri: gli incentivi per lui sono stati di 4 milioni, contro i 12 di Tim Cook. La remunerazione complessiva del ceo di Apple è di 98,7 milioni di dollari di stipendio rispetto ai 14,8 della gestione 2020. Oltre che per il suo compenso, Tim Cook è famoso a Cupertino perché si presenta in ufficio intorno alle 4.30 di mattina, conduce una vita alquanto frugale, praticando jogging ogni volta che può.

Lo stipendio base è invariato

Di fatto, il suo stipendio base di 3 milioni di dollari non è cambiato. A questa cifra si sono aggiunti i già citati 12 milioni di incentivi e altri 82 milioni in premi in azioni. 

Altissime le spese per la sicurezza personale di Cook, poiché gli azionisti gli permettono di spostarsi solo con voli privati e non con aerei commerciali. L‘intento è proteggere l’uomo che negli anni della sua gestione ha fatto crescere il valore delle azioni della Mela di dieci volte. 

La retribuzione media di un dipendente Apple, invece, nel 2020 è stata di 57.783 dollari. Nel corso del 2021, invece, lo stipendio medio dei dipendenti è stato adeguato a 68.254 dollari. 

LEGGI ANCHE: Meta dà la caccia agli ingegneri di Apple. Che ora offre bonus fino a 180mila dollari per trattenerli

Sproporzioni abissali

Se L’economic Policy Institute, in un recente rapporto, denuncia la folle corsa della retribuzione dei ceo – che dal 1978 a oggi è cresciuta del 1.322% – nel caso di Tim Cook vanno esaminati anche altri fattori fondamentali. Il valore dell’azienda di Cupertino ha sfondato quota 3mila miliardi di dollari, salendo sul podio come prima società americana a toccare questo livello di ricchezza. E questo miracolo economico è stato generato esclusivamente dalla sua gestione.  

Ceo che guadagnano sempre di più

Nel rapporto stilato da Economic Policy Intitute si mette in evidenza questo trend poco etico: le public company americane stanno offrendo ai top manager “pacchetti di restribuzione fuori misura che sono cresciuti molto più velocemente del mercato azionario e della retribuzione dei lavoratori laureati in generale”.

Nel 2020, sintetizza il rapporto, un ceo di una delle prime 350 aziende Usa è stata pagato in media 24,2 milioni di dollari. Un aumento, rispetto al 2019, del 18,9%.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it Iscriviti