Intel annuncia il chip super efficiente che rivoluzionerà il mining di criptovalute

Foto di Getty Images
Share

Si chiama Asic Bonanza Mine ma non è un telefilm. Si tratta del nuovo microchip definito come un “acceleratore per la blockchain” in preparazione presso gli stabilimenti di Intel. Sarà dedicato alle attività di mining delle cryptovalute e verrà lanciato entro quest’anno.

Firme di importanti clienti sono già apparse in calce ai contratti proposti da Intel. La prima è quella autorevole di Jack Dorsey, guru dell’era digitale, padre di Twitter e oggi alla guida della sua società Block (ex Square). Tra i primi committenti ci sono anche Argo Blockchain e Griid Infrastructure, una storica azienda Usa del settore.

Risparmiare energia nel mining

Gli imprenditori che si sono espressi contro la diffusione delle cryptovalute – tra questi anche Bill Gates – sostengono che l’espansione capillare delle attività di mining sia un grande nemico dell’ambiente. Parliamo infatti di un’attività, quella dell’estrazione di criptovalute, che richiede grosse quantità di energia e che rischia di diventare un elemento negativo per l’impatto sul clima. Sono già nate alcune iniziative – tra queste anche in Italia – per alimentare l’attività di mining con energia pulita. Anche Intel offre in questo senso una possibile via d’uscita: offrirà una grande potenza di calcolo impiegano, per la produzione della nuova generazione di chip, utilizzando soltanto energia green. 

Saranno affidati a TSMC?

“Le innovazioni che stiamo introducendo sui nuovi chip forniranno un acceleratore blockchain con prestazioni per Watt oltre 1000 volte migliori rispetto quelle impiegate attualmente per il mining” ha detto a The Verge Raja Koduri, vicepresidente senior di Intel. Non è ancora chiaro se la produzione dei nuovi chip verrà eseguita direttamente dall’azienda californiana nei suoi stabilimenti o se sarà delegata a fornitori esterni. Tra i nomi possibili, ricorre quello del gigante taiwanese TSMC. 

Intel vede un grande mercato

Intel vede nel mercato delle cryptovalute delle grandi opportunità di sviluppo, che tra l’altro non andrà ad inficiare l’attuale produzione di chip poiché verrà “scavato su un minuscolo pezzo di silicio”. Per superare questa nuova sfida, Intel ha creato la Custom Computer Group, che si occuperà della ingegnerizzazione e della progettazione del nuovo microprocessore. 

L’occasione per annunciare ufficialmente il lancio di Asic Bonanza Mine sarà l’International Solid-State Circuit Conference (ISCC). Non si terrà, come è stato in passato, al Marriott Hotel di San Francisco, ma soltanto in modalità online dal 20 al 28 di febbraio.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.