I cinque libri che dovremmo leggere quest’estate secondo Bill Gates

Bill Gates libri
Bill Gates con i cinque libri suggeriti per l’estate (foto GatesNotes)
Share

Questo articolo di Richard J. Chang è apparso su Forbes.com

Come da tradizione, Bill Gates ha annunciato i suoi consigli di lettura per l’estate 2022 sul suo blog, GatesNotes. La lista di quest’anno comprende libri sull’impatto del cambiamento climatico, sulla relazione tra il potere e il genere e sulle cause della polarizzazione politica degli Stati Uniti. Per chi cerca qualcosa di divertente, c’è anche un romanzo d’avventura ambientato nell’America degli anni ’50.

Il miliardario, filantropo e cofondatore di Microsoft non si è concentrato su un unico tema come l’anno scorso, quando aveva scritto di essere stato influenzato nelle sue scelte dalla pandemia. Gates ha elogiato molti titoli di quest’anno in quanto rilevanti per questioni moderne come l’identità di genere, il potere e lo stato del futuro. Riconosce che i temi di questi libri potrebbero sembrare un po’ troppo profondi per chi cerca letture estive di svago, ma afferma che tutti gli autori hanno trasformato argomenti complicati in storie e discorsi avvincenti. “Non sembrano proprio le classiche letture da spiaggia”, scrive. “Amo tutti e cinque questi libri e spero che anche voi possiate trovare all’interno qualcosa di godibile”.

In passato, per esempio alla fine del 2020, Gates aveva mostrato la tendenza a suggerire pochi libri di narrativa. La scorsa estate, aveva inserito in lista un solo romanzo. Nei suoi ultimi consigli, invece, i libri di narrativa costituiscono la maggioranza.

Di seguito, i cinque libri suggeriti da Bill Gates. Dove è possibile, è riportato il titolo italiano. Negli altri casi, tra parentesi la traduzione del titolo originale.

How the World Really Works (‘Come funziona davvero il mondo’) di Vaclav Smil

Lo scorso anno Gates ha indicato Vaclav Smil come il suo autore preferito. In questo libro Smil, economista canadese che si occupa di ambiente, spiega sette fenomeni che determinano la capacità di sopravvivenza e l’efficienza degli esseri umani in un’economia globale e fondata sull’informazione. How the World Really Works vuole riassumere gli studi di Smil sulle reti agricole, energetiche e produttive del mondo, oltre ai loro legami con il funzionamento della società e all’impatto sull’ambiente.

Gates afferma che, per coloro che sperano di imparare qualcosa sulle forze che danno forma alla vita umana, questo libro rappresenta un’ottima introduzione. Elogia poi il modo in cui il libro basa sui dati le sue conclusioni sull’economia e sul cambiamento climatico. E aggiunge che “sebbene Vaclav abbia opinioni forti su molti argomenti, evita gli estremi”.

Lincoln Highway di Amor Towles

Bill Gates elogia Towles dicendo che “non è un autore ripetitivo. Come tutti i migliori narratori, sa spaziare su più fronti”. L’autore di Un gentiluomo a Mosca – che Gates ha raccomandato in passato – si lancia in un viaggio epico ambientato nel 1954 lungo l’autostrada che dà il titolo al libro. Il personaggio di Emmett torna a casa, in Nebraska, dal fratello di otto anni, Billy, dopo avere scontato 15 mesi di lavori agricoli giovanili per omicidio colposo. Il loro padre è morto, la madre se n’è andata da anni. I fratello pensano di andarsene in auto a ovest, fino alla California, per cominciare una nuova vita. Due amici che Emmett ha conosciuto durante i 15 mesi della sua condanna, Duchess e Woolly, si uniscono però a loro e costringono Emmett e Billy a viaggiare verso est, fino a New York.

Gates sottolinea che Lincoln Highway ha personaggi ben sviluppati, forti ed empatici – in particolare Billy e la vicina dei fratelli, Sally -. A suo giudizio il libro, narrato da diversi punti di vista, mostra che “i viaggi personali non sono mai lineari o prevedibili come un’autostrada interstatale”.

Why We’re Polarized (‘Perché siamo polarizzati’) di Ezra Klein

Bill Gates paragona le opinioni politiche di una persona alle sue preferenze in fatto di giochi di carte. “A quanto ne so”, scrive, “possiamo trovarci molto distanti quando cominciamo a parlare davvero. Ma se entrambi amiamo il bridge, le probabilità che una persona mi piaccia aumentano”. Gates dice che l’ultimo libro di Ezra Klein, opinionista e conduttore di podcast per il New York Times, delinea gli aspetti psicologici della mentalità di gruppo che definisce la politica americana di oggi.

Al centro della polarizzazione, dimostra Klein, c’è l’identità politica, che negli ultimi 50 anni si è mescolata a identità etniche, regionali e ideologiche che hanno avuto un impatto sulle istituzioni. Why We’re Polarized contiene dati che mostrano tendenze presenti in diversi stati, interne ai partiti e diffuse in varie generazioni. Descrive i cambiamenti del sistema politico e di quello informativo del Paese, che hanno portato molte persone ragionevoli a trasformarsi in giocatori di tiro alla fune. Gates afferma che il libro è importante per capire che cosa sta succedendo oggi nella politica statunitense.

Il ministero per il futuro di Kim Stanley Robinson

Il titolo del romanzo si riferisce a un organismo immaginario incaricato di mettere in atto gli accordi di Parigi sul cambiamento climatico. È una storia di scienza, responsabilità politica e idee per salvare il futuro. Il romanzo si apre con un’ondata di caldo e umidità nello stato indiano di Uttar Pradesh, che ha causato la morte di 20 milioni di persone. Gates parla di “una delle scene più strazianti che abbia mai letto in un libro di fantascienza”, che descrive un evento che potrebbe accadere anche nel mondo reale. I due personaggi principali, l’operatore umanitario Frank May e la diplomatica Mary Murphy, che guida il ministero, lavorano per combattere il cambiamento climatico e salvare l’umanità, e in particolare le generazioni future.

Sebbene affermi che alcune politiche adottate nel corso della trama siano imperfette, Gates dice di trovare intriganti le teorie. Conclude che il romanzo mostra “l’urgenza di questa crisi in modo originale” e “lascia al lettore la speranza” di guidare le politiche di domani.

Ragazze elettriche di Naomi Alderman

Bill Gates dice di avere preso in mano questo romanzo del 2016 su suggerimento di sua figlia Jenn. Ragazze elettriche si domanda che cosa succederebbe se le donne, all’improvviso, avessero la capacità di dare scosse elettriche con il loro corpo a piacimento. La storia segue quattro personaggi – tre dei quali sono donne – con diverse esperienze di genere in vari contesti sociali, istituzioni e luoghi. Alderman discute il cambiamento nelle dinamiche di controllo che porta a far sperare alcuni in un mondo più giusto e della corruzione del potere, con conseguenti rivoluzioni brutali e violenze fisiche e sessuali.

Il protagonista maschile, Tunde, è uno studente di giornalismo di Lagos, in Nigeria, che cerca di documentare i cambiamenti sociali e politici. Deve però affrontare situazioni difficili e adeguarsi a vivere secondo diverse dinamiche di genere. Gli altri tre personaggi principali sollevano domande su come gestire la capacità che hanno appena scoperto di possedere. Roxy eredita il trono di un’organizzazione criminale londinese al posto dei suoi tre fratelli maggiori. Margot è una giovane politica del New England con una figlia adolescente. Allie è una ragazza degli Stati Uniti meridionali che scappa dagli abusi della sua famiglia adottiva e fonda una nuova religione. Gates dice che, dopo avere letto il libro, ha “acquisito un senso più forte e più intimo dell’abuso e dell’ingiustizia che molte donne subiscono oggi”. E aggiunge che le ipotesi del romanzo sono attuali, viste le conversazioni in corso sul tema del genere.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.