Apple licenzia oltre 100 recruiters esterni. E richiama i dipendenti in azienda

Apple licenziamenti
(foto Eric Thayer/Getty Images)
Share

Brutte notizie in casa Apple. Secondo quanto riportato da Bloomberg, la scorsa settimana, la società di Cupertino avrebbe licenziato 100 dei suoi recruiters esterni, confermando così la sua decisione di ridurre le assunzioni e la crescita della spesa in alcune aree del suo business a causa della situazione economica attuale.

Licenziamenti in casa Apple

  • Secondo quanto riportato da Bloomberg, la scorsa settimana, Apple avrebbe deciso di licenziare 100 recruiters esterni, che avevano il compito di assumere nuovi dipendenti
  • In seguito alla decisione, Apple avrebbe chiesto ai recruiters esterni licenziati di scrivere per e-mail un elenco di tutti quei effetti personali che volevano restituiti. Garantendogli, al contempo, lo stipendio e le prestazioni mediche per altre due settimane.
  • La decisione riguarda i recruiters di diversi stati: da quelli presenti negli uffici di Apple in Texas, fino ad arrivare a quelli che lavoravano a Singapore.

Il richiamo alle armi

Sempre secondo Bloomberg, Apple avrebbe già comunicato ai suoi dipendenti la decisione di implementare del tutto il suo nuovo modello ibrido. Dal 5 settembre 2022 tutti i dipendenti della Bay Area dovranno lavorare in ufficio per tre giorni a settimana: il martedì, il giovedì e un terzo giorno a loro scelta. Potranno quindi lavorare in smartworking due giorni a settimana.

Il contesto

Apple non è l’unico gigante tech che ha deciso di rivalutare o ridurre la propria forza lavoro per contrastare i timori economici della recessione. Google e Meta hanno annunciato un rallentamento delle assunzioni, Oracle ha in previsione di licenziaree migliaia di dipendenti, e Tesla ha licenziato 200 dipendenti dell’ufficio californiano dedicato alla guida autonoma, dopo che lo stesso Elon Musk ha scritto ai dirigenti che la casa automobilistica avrebbe dovuto tagliare il 10% del suo personale e bloccare le assunzioni a causa delle sue “pessime sensazioni sull’economia”.

LEGGI ANCHE: Continua l’estate dei licenziamenti: anche Oracle è pronta a tagliare migliaia di dipendenti in America”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.