Skin
Bulgarelli
Small Giants

Tecnologia, visione e certificazioni: così Bulgarelli Production realizza cartellini e accessori per gli operatori di lusso della moda

Articolo tratto dall’allegato Small Giants del numero di settembre 2022 di Forbes Italia. Abbonati!

Passione, entusiasmo e una grande attenzione allambiente. Non per obbligo ma per convinzione, tanto che lazienda è arrivata ad essere carbon positive, unica del settore a ottenere un risultato così significativo. La Bulgarelli Production realizza cartellini, etichetti e accessori completamente made in Italy per gli operatori di lusso della moda. I risultati sottolineano che la strada intrapresa dallazienda di Carpi, che ha da poco compiuto 50 anni, è quella vincente: sette milioni di fatturato previsti nel 2022, in crescita del 50% rispetto allanno scorso, una trentina di dipendenti e circa 70 milioni di cartellini prodotti a cui aggiungere 15 milioni di etichette e oltre un milione di accessori della moda lusso.

Nel dna di Bulgarelli i valori Esg e la qualità made in Italy

Il nostro Dna è ben specifico e ha dei punti fermi dai quali non possiamo discostarci”, afferma Davide Bulgarelli, ceo della Bulgarelli Production, elencando gli aspetti che hanno portato la sua azienda ad essere leader del settore. Produciamo tutto internamente con altissimi standard qualitativi basati sul made in Italy e i prodotti rispondono alle richieste di aziende molto esigenti che puntano con attenzione anche sui particolari. Poi non dimentichiamo la nostra grande cura per i valori esg”.

Un approccio che nel tempo è diventato olistico: Per rendere sostenibili i nostri articoli abbiamo allargato il discorso, rendendo sostenibile tutta lazienda. Ci siamo concentrati in modo specifico sulla riduzione delle emissioni attraverso la scelta dei materiali, delle tecnologie, dei processi e delle fonti di energia rinnovabile e questa si è rivelata la scelta vincente, come conferma lincremento consistente di fatturato e soprattutto la crescita dei clienti che operano nel mondo del lusso”. 

Attenzione al cliente e selezione accurata dei collaboratori

Clienti che hanno spesso richieste particolari a cui può rispondere solamente una realtà capace di essere flessibile, grazie a una produzione realizzata totalmente allinterno della propria struttura. Spesso ci domandano soluzioni tecniche che a prima vista sembrano impossibili da realizzare. Invece una delle nostre regole principali è fare di tutto per accontentare le esigenze. Non è unoperazione semplice, ma crediamo sia fondamentale per instaurare un rapporto importante con gruppi che fanno della personalizzazione uno dei fattori distintivi. E mettiamo in primo piano anche un altro aspetto, che è uno dei nostri punti di forza: tutti i nostri prodotti possono contare su certificazioni specifiche. Oggi molte realtà vogliono garanzie sulle materie prime utilizzate e su come vengono realizzati gli articoli, noi siamo allavanguardia anche in questo settore, sempre più importante soprattutto se si parla di aziende che operano a livelli altissimi”.

BULGARELLI

Tecnologia allavanguardia, flessibilità, grandissima attenzione. Ma risultati di spessore non si possono raggiungere senza un altro tassello: la qualità dei collaboratori chiamati a operare quotidianamente allinterno dellazienda. Li selezioniamo come se fossimo allenatori di calcio”. Davide Bulgarelli poi illustra nei dettagli la metafora. Più che fuoriclasse ricchi di talento ma magari interessati solamente a risultati individuali, a noi interessano persone con la testa sulle spalle. In azienda abbiamo collaboratori di grandissima competenza e dotati di unetica importante, che si basa su serietà e senso di responsabilità. Sono queste le caratteristiche principali che cerchiamo. Poi riserviamo una grande attenzione allinclusività e alla parità di genere. Basti pensare che in azienda il 50% dei lavoratori è composto da donne. E da noi il merito è davvero un principio a cui teniamo parecchio”.

Rispettoso di persone e ambiente: Bulgarelli è anche Carbon positive

Così come puntano tanto sulla sostenibilità, aspetto che fino a qualche tempo fa sembrava in contraddizione con la parola profitto. Dalla selezione dei materiali alle tecniche di stampa, dalle operazioni di taglio alla gestione degli scarti, tutto viene rigorosamente processato, controllato e certificato al fine di garantire soluzioni rispettose delle persone e dellambiente. Cosa è cambiato? Credo che sia un merito culturale dei consumatori. Specialmente i più giovani hanno sviluppato un grande interesse per i prodotti green, anche a costo di pagarli di più. E i brand più importanti tengono molto in conto queste caratteristiche. Fra laltro spesso la maggiorazione delle spese per il brand viene azzerata: ad esempio chi mira ad essere carbon neutral non deve compensare i fornitori come noi”.

La Bulgarelli è addirittura un passo avanti: Carbon positive, grazie alla sensibilità personale di Davide Bulgarelli. «Sono decisioni che ho portato in azienda già 10-15 anni fa, scelte di buon senso e di buone pratiche. Poi grazie a dei consulenti abbiamo compiuto un percorso culturale ambizioso e specifico».

Il futuro della carta secondo Davide Bulgarelli: green e di qualità

Così il futuro è della carta, ma a determinate condizioni. “Non si potrà fare a meno della carta, ma bisogna parlare di un prodotto certificato, proveniente da foreste gestite in modo sostenibile e da filiere tracciate. Se abbatti 100 alberi allora devi piantarne altrettanti, questa deve essere la base da cui partire”.

In casa Bulgarelli, del resto, si pensa sempre al futuro. “Puntiamo a ‘fare bene facendo del bene’. Vogliamo continuare a crescere mantenendo inalterato il nostro dna, basandoci su prodotti di assoluta qualità e green che comunque ci consentano di assicurare ai nostri collaboratori stipendi superiori alla media del settore». La chiave del successo? “Un grande entusiasmo che tutti portiamo ogni giorno in azienda. Dobbiamo fronteggiare problematiche internazionali molto pesanti, ma in una realtà come la nostra l’entusiasmo è contagioso. Una decina di anni fa le mie visioni erano seguite con scetticismo, adesso vedo che tanti si sono convinti a seguirmi sul percorso tracciato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .