IPHONE
Tecnologia

“Non abbiamo scelta”: Apple annuncia che gli iPhone avranno una porta Usb-C

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Come Apple ha ufficialmente annunciato durante un evento del Wall Street Journal, gli iPhone, per conformarsi alla normativa europea, passeranno ai caricabatterie Usb-C. Si tratta di una mossa che arriva subito dopo che i legislatori dell’Unione Europea hanno votato per ratificare l’applicazione di uno standard di ricarica comune per tutti gli smartphone venduti a partire dal 2024.

Aspetti principali

  • Parlando all’evento Tech Live del Journal, Greg Joswiak, capo del marketing mondiale di Apple, ha detto che Apple “ovviamente… dovrà conformarsi” alla decisione dell’UE, aggiungendo “non abbiamo scelta”.
  • Pur riconoscendo il cambiamento, Joswiak ha segnalato che l’azienda non è molto entusiasta del fatto di essere stata costretta dai legislatori dell’Ue, sottolineando che oltre un miliardo di persone possiede già dispositivi che utilizzano i caricabatterie Lighting di Apple.
  • Joswiak ha anche affermato che il cavo Lightning e il cavo Usb-C non esisterebbero se Apple avesse accettato la richiesta originaria dell’Ue di utilizzare il vecchio cavo di ricarica Micro Usb, poco affidabile e facilmente danneggiabile.
  • Joswiak ha aggiunto che l’azienda è disposta ad accettare che i governi dicano loro cosa vogliono ottenere, ma che gli ingegneri di Apple dovrebbero essere lasciati liberi di trovare una soluzione per ottenerla, invece di essere obbligati a seguirne una.
  • Il responsabile marketing di Apple ha anche affermato che il problema dei caricabatterie separati per dispositivi diversi è stato ampiamente risolto dai moderni caricabatterie che hanno cavi staccabili, a seconda del dispositivo da caricare.

Sullo sfondo

All’inizio di questa settimana, i legislatori degli Stati membri dell’Ue hanno dato l’approvazione finale al nuovo standard di ricarica comune per i dispositivi portatili. Secondo le nuove regole, tutti gli smartphone, i tablet, le cuffie, le fotocamere, le console di gioco, i mouse e le tastiere wireless dovranno essere dotati di una porta di ricarica Usb-C entro la fine del 2024. Anche tutti i computer portatili venduti dovranno essere conformi a questa regola entro la primavera del 2026. I legislatori dell’Ue sostengono che questa mossa contribuirà a ridurre i rifiuti elettronici e a garantire che le persone debbano portare con sé un solo caricabatterie per tutti i loro dispositivi. Attualmente quasi tutti i dispositivi Android moderni utilizzano i caricabatterie Usb-C, così come i tablet iPad di Apple. I nuovi Macbook di Apple sono dotati del caricabatterie proprietario Magsafe, ma supportano anche la ricarica tramite Usb-C.

La nuova norma europea

Jowsiak non ha fornito una tempistica su quando avverrà il passaggio. La legge dell’Ue entrerà in vigore alla fine del 2024, ma Mark Gurman di Bloomberg ha riferito che il caricabatterie Usb-C era “sostanzialmente un blocco” per l’iPhone 15 del prossimo anno. Con il lancio del nuovo iPad di 10° generazione, tutti i tablet Apple supportano già la ricarica Usb-C. Tuttavia, gli AirPods di Apple richiedono ancora un caricatore lightning e avranno bisogno di un aggiornamento del design per supportare l’Usb-C.

Da tenere in considerazione

Nella sua newsletter di inizio mese Gurman ha riferito che il passaggio di Apple all’Usb-C è solo una misura provvisoria prima che l’azienda abbracci completamente la ricarica wireless su tutti i suoi dispositivi, creando essenzialmente un iPhone “senza porte”. Nel probabile tentativo di anticipare questo cambiamento, il comunicato stampa dell’Ue sullo standard di ricarica comune all’inizio di questo mese ha anche sottolineato che sta lavorando per “armonizzare i requisiti di interoperabilità” per la ricarica wireless entro la fine del 2024. Questa mossa probabilmente incontrerà meno resistenza, dato che quasi tutti i dispositivi che supportano la ricarica wireless, compresi gli iPhone di Apple, sono compatibili con lo standard di ricarica Qi.

In cifre

250 milioni di euro. Questa è la cifra totale che secondo l’Ue i suoi cittadini spendono ogni anno per l’acquisto di caricabatterie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .