Problemi “spaziali” per Richard Branson: accusato di aver gonfiato i prezzi delle azioni di Virgin Galactic

Richard Branson
Richard Branson, fondatore di Virgin Galactic, durante la prima negoziazione della società al New York Stock Exchange. (Courtesy Virgin Galactic)
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Lunedì, un giudice federale ha stabilito che il miliardario Richard Branson dovrà affrontare una causa intentata dagli azionisti di Virgin Galactic. L’accusa è quella di aver omesso dei problemi con le navicelle spaziali e di aver venduto centinaia di milioni di azioni a prezzi gonfiati. Una decisione che aggiunge un altro ostacolo alla già complessa corsa di Branson verso il settore dei voli spaziali commerciali.

Fatti principali

  • Il giudice distrettuale degli Stati Uniti (a Brooklyn), Allyne Ross, ha respinto la maggior parte delle accuse avanzate in una class action. Ma ha comunque dichiarato che gli azionisti potrebbero portare Richard Branson e Virgin in tribunale per tentare di dimostrare la frode: e cioè che avrebbero pagato un prezzo eccessivamente gonfiato per le azioni della società. Oggi peraltro, quelle stesse azioni vengono scambiate al 90% al di sotto del picco del 2021 secondo Reuters, che per prima ha riportato la notizia.
  • Gli azionisti potrebbero citare in giudizio le dichiarazioni del luglio 2019 di Virgin, quando la società affermava di aver compiuto “grandi progressi” nel percorso verso la realizzazione del volo spaziale commerciale. Tuttavia, solo cinque mesi prima, il suo aereo a razzo, Unity, si era gravemente danneggiato durante un volo di prova.
  • La class action può anche citare in giudizio la dichiarazione di Richard Branson del luglio 2021, quando il miliardario affermava che il suo volo su Unity era “impeccabile”, anche se la Federal Aviation Administration aveva rivelato che c’era stato una deviazione dalla sua traiettoria di volo prevista.
  • A distanza di un mese da quel volo, Richard Branson ha venduto circa 301 milioni di dollari di azioni, che, secondo quanto riportato da Reuters, per Allyne Ross possono essere citate in giudizio dagli azionisti.
  • Secondo Reuters, gli avvocati di Virgin e Richard Branson hanno provato invano a far archiviare il caso, affermando che non ci fossero prove che dimostrassero l’intenzione a fuorviare e frodare gli azionisti. Inoltre, hanno sottolineato, i viaggi nello spazio sono “senza dubbio una proposta ad alto rischio” e Virgin ha rivelato problemi di sicurezza e design.
  • La causa riguarda coloro che possedevano le azioni della società dal 10 luglio 2019 al 14 ottobre 2021, arco di tempo in cui Virgin ha annunciato che avrebbe ritardato la sua proposta di viaggi spaziali commerciali.

Background

Richard Branson ha fondato Virgin Galactic nel 2004. È andato però incontro a diverse battute d’arresto, tra cui il volo di prova fallito nel 2014 che ha portato alla morte del copilota Michael Alsbury. Dopo oltre un decennio in cui ha ottenuto diversi finanziamenti garantiti proprio dal patrimonio miliardario di Branson, Virgin Galactic, a ottobre del 2019, si è quotata grazie a una fusione con una spac. La compagnia punta a offrire brevi voli spaziali a turisti disposti a pagare centinaia di migliaia di dollari per un biglietto.

In quella che è stata soprannominata ‘la corsa miliardaria per lo spazio‘ sono diversi i competitor di Virgin Galactic. Tra questi ci sono altre società fondate da miliardari: Blue Origin di Jeff Bezos e SpaceX di Elon Musk. E se Virgin Galactic non ha ancora dato vita a un volo, oltre al viaggio di Branson avvenuto nel luglio del 2021 su Unity, Blue Origin ha già realizzato sei voli spaziali turistici dal 2021 e SpaceX due .

Le stime di Forbes

Secondo Forbes, il patrimonio di Richard Branson è stimato in 3,7 miliardi di dollari grazie alle società appartenenti al gruppo Virgin, come Virgin Atlantic e Virgin Galactic.

A cosa guardare

A febbraio Richard Branson ha annunciato che Virgin Galactic avrebbe accettato le prenotazioni per assicurarsi, al prezzo di 450mila dollari, i biglietti per i voli spaziali. I quali, però, secondo le sue stime, sarebbero iniziati ‘in ritardo quest’anno’. Adesso, però, la compagnia punta a lanciare i voli commerciali nella primavera del 2023.

LEGGI ANCHE: “Richard Branson a Milano per lanciare l’offerta di Virgin Fibra: “Se fossi italiano mi abbonerei”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.