Elon Musk ha venduto altri 4 miliardi di dollari di azioni Tesla

Elon Musk
Imagoeconomica
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Secondo i documenti depositati alla Securities and Exchange Commission, Elon Musk ha venduto 19,5 milioni di azioni Tesla per un valore di 3,9 miliardi di dollari (al lordo delle imposte) in tre giorni a partire da venerdì 4 novembre. Questo porta a 19,3 miliardi di dollari (al lordo delle imposte) il valore totale delle azioni Tesla vendute da quando ha annunciato l’acquisizione di Twitter per 44 miliardi di dollari il 14 aprile.

Le vendite sono avvenute mentre il titolo Tesla ha toccato il minimo da un anno a questa parte; martedì Tesla ha chiuso a 191,30 dollari per azione. Inoltre, martedì il patrimonio netto di Musk è sceso sotto i 200 miliardi di dollari, per la prima volta dal 24 maggio (e per la seconda volta dall’1 ottobre 2021).

Leggi anche: Il patrimonio di Mark Zuckerberg è crollato di 100 miliardi di dollari in poco più di un anno

Musk possiede attualmente 445,6 milioni di azioni Tesla, escluse le opzioni, ovvero quasi il 14% della società. Includendo le opzioni esercitabili, la sua quota si avvicina al 23%. Prima delle vendite, Forbes stimava che il patrimonio dell’uomo più ricco del mondo fosse pari a 197,4 miliardi di dollari.

Le ultime vendite potrebbero essere state utilizzate per coprire parzialmente la parte rimanente dell’acquisto di Twitter. Secondo le stime di Forbes, Musk disponeva di 13,3 miliardi di dollari in circolante derivanti dalle precedenti vendite di azioni Tesla (al netto delle tasse e dei costi di esercizio delle opzioni), che ha utilizzato per pagare parte dei 44 miliardi di dollari del prezzo di acquisto di Twitter. Per completare l’acquisto gli restavano da pagare ancora 5,6 miliardi di dollari.

Solo Musk sa con certezza perché ha venduto quelle azioni, ma forse ne parlerà su Twitter.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.