“Non ho mai cercato di commettere una frode”: Sam Bankman-Fried risponde al crollo di Ftx

FTX-criptovalute, Sam Bankman-Fried,
Sam Bankman-Fried, fondatore di Ftx
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

L’ex ad di Ftx Sam Bankman-Fried ha dichiarato in un’intervista in diretta al New York Times che il crollo della sua borsa di criptovalute è stato causato da numerosi errori da parte sua piuttosto che da attività fraudolente. Intanto Ftx si trova ad affrontare le accuse di aver erroneamente utilizzato miliardi di dollari di fondi dei clienti nel tentativo fallito di sostenere la società di trading gemella Alameda Research.

Aspetti principali

  • Bankman-Fried ha riconosciuto di non aver “fatto un buon lavoro” come capo di Ftx. Ha detto che ci sono stati immensi errori contabili che avrebbe dovuto cogliere. Ma ha insistito che “non ha mai cercato di commettere frodi” ed è rimasto “scioccato” dal crollo della borsa all’inizio di questo mese.
  • Ha inoltre respinto le preoccupazioni che i legami della Ftx con Alameda Research fossero inappropriati. E ha insistito che “non stava dirigendo Alameda” e “non sapeva esattamente cosa stesse accadendo”. Tutto ciò nonostante Bankman-Fried avesse co-fondato la società, avesse ampi legami con i suoi leader e, come consulente per Alameda, fosse “coinvolto in investimenti di rischio”.
  • L’ad ha anche affermato di non essere stato “abbastanza cauto” nel valutare il rischio del prestito ad Alameda. E ha sostenuto di non aver riconosciuto “l’estrema prospettiva di ribasso” delle criptovalute.
  • Bankman-Fried  ha aggiunto che la società ha “fallito completamente” sia nella gestione del rischio che nel “rischio di conflitto di interessi”. Ha sostenuto che Ftx non aveva nessuno incaricato di esaminare il rischio assunto dai clienti.
  • Bankman-Fried ha affermato che la società stava spendendo “un’enorme quantità di energia sulla conformità” per ottenere la licenza in diverse giurisdizioni. L’attuale ad di Ftx, appena nominato, ha dichiarato in un recente documento del tribunale fallimentare di non aver mai visto in carriera un fallimento così completo dei controlli aziendali.
  • L’imprenditore ha dichiarato di non avere una spiegazione chiara per un trasferimento sospetto di 515 milioni di dollari di fondi Ftx dopo la dichiarazione di fallimento. Ha suggerito che potrebbe essere il risultato di un “accesso improprio alle attività”.
  • Quando gli è stato chiesto delle sue donazioni politiche, Bankman-Fried ha affermato che provenivano dai “profitti aziendali” e che ha donato sia ai repubblicani che ai democratici, principalmente per quella che ha definito “prevenzione della pandemia” (nel ciclo elettorale del 2022, Bankman-Fried è stato uno dei maggiori donatori miliardari alle campagne e alle organizzazioni democratiche).
  • Bankman-Fried ha fatto queste osservazioni mercoledì in un’intervista in videoconferenza con il giornalista Andrew Ross Sorkin al Dealbook Summit del Times, nel suo primo commento pubblico da quando Ftx ha presentato istanza di fallimento all’inizio del mese.
  • L’imprenditore ha detto di essersi presentato alla conferenza nonostante il forte scoraggiamento dei suoi avvocati. Ha detto di avere il “dovere di spiegare ciò che è accaduto” e di non essere “concentrato” sulla potenziale responsabilità penale.
  • Alla fine dell’intervista, Bankman-Fried ha esitato quando gli è stato chiesto se fosse stato del tutto sincero riguardo a Ftx. E ha detto: “Non conosco occasioni in cui ho mentito”. Ha anche riconosciuto di aver agito a volte come un “marketer” e di essersi concentrato in modo sproporzionato sui lati positivi dell’azienda.

Altri aspetti

In diverse occasioni, Bankman-Fried ha insistito sul fatto che Ftx.us, il suo exchange di criptovalute per i clienti negli Stati Uniti, rimane “totalmente solvibile”. E dovrebbe essere quindi in grado di gestire i prelievi dei clienti, anche se l’exchange statunitense faceva parte della dichiarazione di fallimento di Ftx.

LEGGI ANCHE: “La “strage” di FTX: il fallimento ha bruciato le fortune di decine di miliardari”

Citazione

“Solo un mese fa ero entusiasta delle prospettive di Ftx”, ha dichiarato Bankman-Fried.

A margine

Bankman-Fried ha respinto le voci secondo cui le feste a base di droga facevano parte della cultura del personale di Ftx. Ha invece detto che i ritrovi con i colleghi consistevano in “inviti a cena” e “giochi da tavolo”. Il tutto avveniva senza quasi mai bere e senza fare uso di droghe. Ha dichiarato inoltre di bere solo “mezzo bicchiere di alcol all’anno”, anche se non gli è mai stato chiesto nulla sul suo consumo di alcol.

Fatti sorprendenti

Bankman-Fried ha dichiarato di non avere più “quasi nulla” in termini di ricchezza personale dopo il crollo di Ftx, perché ha reinvestito il suo denaro nella società. L’imprenditore ha ripetuto un’affermazione fatta ad Axios secondo cui tutto ciò che ha ora è un conto bancario con circa 100mila dollari.

La valutazione di Forbes

Forbes stima che la ricchezza di Bankman-Fried abbia raggiunto un picco di circa 26,5 miliardi di dollari, quasi esclusivamente legati a Ftx e Ftt.

Sullo sfondo

Pochi mesi prima del crollo della sua società, Bankman-Fried era stato salutato da alcuni come un leader all’avanguardia di un settore che cercava di rivoluzionare il mondo della finanza. Era a capo dello scambio di criptovalute Ftx, con sede alle Bahamas, che si era fatto conoscere per i suoi contratti di sponsorizzazione di alto profilo, tra cui collaborazioni con celebrità di prima grandezza e atleti superstar.

Ma il crollo dei prezzi delle criptovalute all’inizio di quest’anno avrebbe condannato Ftx e la sua società di trading gemella Alameda Research. Quest’ultima, secondo quanto riferito, avrebbe usato la criptovaluta come garanzia per accendere prestiti per miliardi di dollari. Dopo il crollo delle criptovalute, Alameda si è ritrovata con un’enorme carenza di fondi, ma Ftx avrebbe deciso di tentare il salvataggio prestandole miliardi di dollari di asset dei clienti.

Gli ampi legami tra le due società sono diventati di dominio pubblico in un rapporto di CoinDesk del 2 novembre che ha rivelato che gran parte del bilancio di Alameda era costituito da Ftt, emesso da Ftx. Le rivelazioni bomba, oltre alla decisione di Binance di vendere la sua posizione in Tlt, hanno allarmato i clienti che si sono precipitati a prelevare denaro, portando la borsa ad affrontare l’insolvenza e a presentare istanza di fallimento l’11 novembre. Tutto questo ha portato alle dimissioni di Bankman-Fried da ceo.

John Ray, nominato ad per supervisionare le procedure di bancarotta, ha definito la situazione finanziaria di Ftx e la mancanza di controlli la peggiore che abbia mai visto nella sua carriera. Ray ha guidato in particolare Enron dopo che l’azienda energetica texana dichiarò bancarotta nel 2001.

Cosa guardare

Ftx è oggetto di indagine da parte del Dipartimento di Giustizia e della Securities and Exchange Commission, secondo quanto riportato da più parti.

In cifre

3,1 miliardi di dollari. È quanto Ftx sostiene di dover ai suoi 50 maggiori creditori, ma si ritiene che i creditori siano in tutto più di 1 milione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.