Tesla: record di consegne di veicoli elettrici nel quarto trimestre. Ma delude le attese

tesla model s long range
VCG – Getty Images
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Tesla, il principale produttore mondiale di veicoli elettrici, ha registrato un volume record di consegne nell’ultimo trimestre del 2022, anche se inferiore a quanto previsto dagli analisti. L’azienda chiude così un anno turbolento caratterizzato da un calo del prezzo delle azioni, interruzioni della produzione in Cina e continui caos intorno all’acquisto di Twitter da parte del ceo Elon Musk.

La società ha dichiarato sul suo sito Web di aver consegnato 405.278 dei suoi veicoli omonimi ai clienti di tutto il mondo nel trimestre conclusosi il 31 dicembre, con un aumento del 47% rispetto a un anno fa. Il dato è però inferiore alle 418.000 unità previste, in base alle stime degli analisti. Le consegne per l’intero anno sono state pari a 1,31 milioni di unità, rispetto a poco meno di 1 milione nel 2021.

Durante il quarto trimestre la produzione in Cina, la principale fonte di profitto per l’azienda con sede ad Austin, in Texas, ha dovuto affrontare le difficoltà dovute alla mutevole politica del paese sul Covid-19, passando da sforzi rigorosi per controllarne la diffusione a un approccio più diretto verso fine anno. Ciò ha avuto anche un impatto sull’economia in generale, portando a un rallentamento della domanda interna di veicoli elettrici, sebbene le esportazioni di veicoli alimentati a batteria dalla Cina rimangano robuste.

“Molte parti in movimento, ma nel complesso lo definirei migliore delle paure del caso peggiore (sopra i 400.000) in un ambiente macro nervoso”, ha twittato Dan Ives, analista azionario per Wedbush Securities. “Anche se i rialzisti non saranno molto felici, crediamo che questa sia stata una prestazione relativamente buona in un contesto difficile”.

Le prospettive per Tesla nel 2023 sono incerte, date le continue preoccupazioni della fissazione di Musk su Twitter e le sostanziali vendite di azioni Tesla abbiano lasciato l’azienda senza una leadership, mentre la concorrenza nel settore dei veicoli elettrici accelera. Ives, da tempo in posizione toro su Tesla, ha chiesto a Musk di nominare un nuovo ceo per Twitter entro la fine di gennaio e di fissare obiettivi di crescita annuale più prudenti per l’azienda di circa il 35% anziché ribadire un obiettivo generale del 50% all’anno.

La società non ha fornito dettagli sulla domanda dei suoi veicoli elettrici per regione globale, quindi è impossibile dire dove le vendite sono state più robuste e dove stanno rallentando. Tesla ha dichiarato che pubblicherà i risultati finanziari trimestrali il 25 gennaio.

Le consegne combinate di berline Model 3 e berline Model Y sono state di 388.131 veicoli nel quarto trimestre, mentre i veicoli di fascia alta Model S e Model X, con un prezzo superiore a $ 100.000, hanno totalizzato 17.147 unità. Tesla ha dichiarato di aver costruito 439.701 veicoli elettrici durante il trimestre e un totale di 1,37 milioni l’anno scorso.

Le azioni della società sono crollate del 69% nel 2022, chiudendo l’anno a $ 123,18 il 30 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.