Skin
openai-sam-altman
Tech

Il papà di ChatGpt lancia Worldcoin, la criptovaluta che verifica l’identità con la scansione oculare

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Dopo anni di sviluppo, è stato lanciato Worldcoin, l’ambizioso progetto di criptovaluta e identità digitale guidato da Sam Altman, capo di OpenAI. L’obiettivo è quello di verificare l’identità degli utenti attraverso la scansione dei loro occhi, così da risolvere potenzialmente uno dei problemi più urgenti dettati dai continui progressi dell’intelligenza artificiale, che stanno rendendo sempre più difficile la capacità di distinguere se qualcosa è stato creato dagli esseri umani o da un algoritmo.

Fatti principali

  • Al centro del progetto Worldcoin troviamo “orb” (sfera) che utilizza la scansione dell’occhio. Deve, quindi, essere utilizzato di persona per fornire agli utenti un’identità digitale unica che verifica che siano esseri umani reali e non bot.
  • Parte fondamentale del progetto saranno anche: una criptovaluta, che può essere utilizzata solo dopo che l’utente ha verificato la propria identità (e che si chiama anch’essa Worldcoin); e un’applicazione che consente agli utenti di effettuare pagamenti, acquisti e trasferimenti proprio grazie ad essa e ad altri digital asset.
  • Dopo aver attratto più di 2 milioni di utenti durante il periodo di prova, oggi Worldcoin ha annunciato che intensificherà le operazioni di scansione dell’occhio in 35 città di 20 paesi.
  • Il token della criptovaluta Worldcoin è stato rilasciato anche alle persone idonee che hanno partecipato alla versione beta ed è ora negoziabile.
  • Diversi exchange permettono già di scambiare il token, o hanno dichiarato la loro intenzione di farlo, incluso Binance, la più grande piattaforma di scambio di criptovalute al mondo per volume di scambi.
  • Alex Blania, che ha fondato Worldcoin insieme a Altman, ha affermato che, nell’era dell’intelligenza artificiale, la necessità di dimostrare che una persona sia reale è una questione fondamentale. Ha aggiunto che Worldcoin spera di costruire un modo “centrato sulla privacy, decentralizzato e massimamente inclusivo” per affrontare questo problema.

Cosa non sappiamo

La criptovaluta Worldcoin non è attualmente disponibile negli Stati Uniti, secondo quanto riportato dal Financial Times. Non è chiaro quando, o se, ciò cambierà. Anche in funzione del fatto che ci si trova in un contesto in cui le autorità americane stanno cercando di contrastare l’ascesa degli asset digitali in seguito alle crescenti preoccupazioni riguardanti la facilitazione di frodi e speculazioni. Altman ha detto al FT che “gli Stati Uniti non sono determinanti per un progetto del genere”, anche se ha precisato che il gruppo non prevedeva che il progetto diventasse una “moneta mondiale esclusa dagli Stati Uniti”.

A margine

Sin dal suo lancio informale diversi anni fa, il progetto Worldcoin ha avuto la sua giusta quota di critici. Le principali preoccupazioni riguardano l’uso dei dati biometrici, come la scansione dell’occhio, per verificare l’identità degli utenti, in particolare i rischi per la privacy legati alla raccolta, conservazione e utilizzo di questi dati. Per alcuni, il fatto che il progetto abbia incentivato i primi utenti a registrarsi in cambio di una parte della criptovaluta è stato considerato come un regalo stravagante.

Dato che uno degli usi principali della blockchain, la tecnologia alla base delle criptovalute e altre reti distribuite, è quello di oscurare l’identità dell’utente, altri sono contrari all’idea stessa di utilizzare Worldcoin per identificare le persone in modo così personale e preciso.

A cosa guardare

Ora che è stata ufficialmente lanciata, la speranza di Altman, ha dichiarato, è quella di raggiungere 2 miliardi di iscritti. Non è chiaro quanto rapidamente l’azienda sarà in grado di scalare, soprattutto considerando l’importanza e la necessità degli appuntamenti di persona. Il sito web di Worldcoin afferma che stanno attivamente aggiungendo operatori per gli orb in ulteriori posizioni e che sono stati fabbricati 2.000 orb.

La citazione

Altman ha detto che un progetto come Worldcoin “è particolarmente importante nell’era dell’intelligenza artificiale”, dato che diventa sempre più difficile distinguere il lavoro degli esseri umani da quello delle macchine. “Come qualsiasi progetto davvero ambizioso, potrebbe riuscire o potrebbe fallire, ma provare cose del genere significa inseguire il progresso”, ha detto Altman. “In entrambi i casi, amiamo particolarmente i nostri detrattori, ci danno energia. Quindi continuate pure!”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .