Skin
Cars

F1 Academy: la nuova frontiera per le donne in Formula 1

Negli ultimi anni, il mondo delle corse automobilistiche sta assistendo a un cambiamento significativo: sempre più donne stanno emergendo come piloti di talento e stanno facendo progressi sostanziali nel loro percorso verso la Formula 1. Il 2023 segna il lancio di F1 Academy, un nuovo ambizioso progetto della Formula 1 per sviluppare e preparare le donne pilota a progredire verso livelli di competizione più elevati.

La presenza di donne nella Formula 1 è stata tradizionalmente limitata, ma negli ultimi anni ci sono stati importanti progressi nell’eliminare le barriere di genere. La F1 Academy si è dimostrata uno dei pilastri chiave di questo cambiamento culturale, offrendo alle giovani donne l’opportunità di entrare a far parte del mondo delle corse automobilistiche in modo significativo.

LEGGI ANCHE: “Max Verstappen supera Lewis Hamilton: chi sono i 10 piloti più pagati della Formula 1”

F1 Academy, un vero e proprio campionato al femminile

Le donne che entrano nella F1 Academy seguono gli stessi rigidi processi di selezione e programmi di formazione dei loro colleghi maschi. Sono giudicate sulla base del loro talento, delle loro capacità e delle loro performance, senza alcun tipo di discriminazione di genere. Questo approccio ha contribuito a sottolineare che le donne possono essere altrettanto competitive e capaci quanto gli uomini nelle corse automobilistiche.

La categoria è progettata per offrire ai piloti l’accesso a più tempo in pista, gare e test, nonché supporto nella preparazione tecnica, fisica e mentale. Fornirà ai giovani talenti delle categorie junior l’accesso al livello fondamentale di esperienza necessario per passare alla Formula 3 e seguire il percorso in salita fino alla Formula 1.

LEGGI ANCHE: “Ferrari è ancora la scuderia di Formula 1 che vale di più”

F1 Academy: partecipanti e piste

Per la prima stagione, cinque squadre, che hanno pedigree impressionanti in più categorie junior, tra cui F2 e F3, schiereranno un totale di 15 piloti. I team coinvolti sono tutti noti per la loro esperienza e competenza nel coltivare giovani talenti e aiuteranno i piloti a compiere il passo successivo nel loro viaggio nel motorsport competitivo.

Il calendario della prima stagione prevede 21 gare in sette round ed è stato progettato per includere il maggior numero possibile di piste del Gran Premio di Formula 1, tra cui Barcellona, Zandvoort e la stessa Monza, dando alla griglia l’opportunità di competere su una varietà di circuiti impegnativi e sviluppare le proprie capacità tecniche. Ogni fine settimana di gara sarà caratterizzato da due sessioni di qualifiche e tre gare, il che significa che gestire il fine settimana per massimizzare i punti sarà cruciale per la prima campionessa della F1 Academy.

Alcune donne notevoli hanno già fatto il loro ingresso nella Formula 1, ispirando una nuova generazione di talenti femminili. Piloti come Susie Wolff e Tatiana Calderón hanno aperto la strada per le giovani aspiranti come Marta Garcìa, la prima classificata del campionato in corso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .