Elon Musk droghe X
Miliardari

Elon Musk risponde alle accuse: “Nel mio corpo non c’è nessuna traccia di droghe o alcool”

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Elon Musk ha negato di aver fatto uso di droghe illegali, sostenendo che negli ultimi tre anni non sono mai state “trovate tracce” di droghe o alcool nei test antidroga casuali a cui si è sottoposto. Così Musk si è difeso dal report pubblicato dal Wall Street Journal, secondo il quale l’uso di droghe da parte dal ceo di Tesla e fondatore di SpaceX sta seriamente preoccupando i suoi colleghi che si trovano in posizioni di leadership nelle due aziende.

LEGGI ANCHE: “Elon Musk assume ketamina per combattere la depressione: l’inchiesta del WSJ sull’uso di droghe in Silicon Valley”

Elon Musk e le droghe

  • Nel 2018, in un video girato durante la registrazione del podcast Joe Rogan Experience Elon Musk ha fumato marijuana. Una mossa che gli ha causato dei problemi con la Nasa. La quale gli ha chiesto garanzie sul fatto che SpaceX fosse un luogo di lavoro libero dalla droga, così da poter rimanere l’unico appaltatore governativo autorizzato a trasportare gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale.
  • Il miliardario ha più volte minimizzato l’accaduto, sostenendo di aver fatto solo “un tiro” di marijuana durante la registrazione del podcast e rivelando al biografo Walter Isaacson: “Non mi piace fare uso di droghe illegali”.
  • Secondo quanto dichiarato da Musk, dopo quanto accaduto in quell’occasione ha accettato di sottoporsi a test antidroga casuali per tre anni. Affermando che, da allora, “non sono mai state trovate tracce di droghe o alcol” nel suo corpo.
  • Anche Alex Spiro, un avvocato di Musk, ha confermato al Wall Street Journal che il miliardario “non ha mai fallito un test” e ha affermato che il rapporto del giornale includeva “fatti falsi”. Non svelando però quali fossero.
  • In passato, Elon Musk ha anche ammesso di assumere ketamina, un farmaco dissociativo per curare la depressione.
  • L’uso della ketamina è approvato dalla Fda solo come anestetico, ma negli ultimi anni sono aumentati gli studi clinici per l’uso “off-label” del farmaco per trattare la depressione e altri disturbi dell’umore.

Sullo sfondo

Sabato, il Wall Street Journal ha pubblicato un rapporto dettagliato sul consumo di droga di Musk. Peraltro, secondo quanto riferito, riguarda anche i dirigenti di SpaceX e Tesla. In base a quanto rivelato dal Journal, i membri del consiglio di amministrazione di Tesla hanno parlato in modo informale del consumo di droga di Musk per anni e hanno persino contattato suo fratello Kimbal Musk, svelando di essere preoccupati del suo comportamento. Ma non è tutto. Musk avrebbe anche assunto droghe con altri dirigenti delle sue aziende.

Secondo le fonti del Journal, Musk avrebbe assunto ketamina con scopo ricreativo con il fratello Kimbal, che siede nei consigli di amministrazione di Tesla e SpaceX, e fatto uso di altre droghe illegali (non si sa quali) con Steve Jurvetson, membro del consiglio di SpaceX. Infine, il rapporto ha anche rivelato che l’ex direttrice di Tesla, Linda Johnson Rice, ha lasciato l’azienda nel 2019 a causa del consumo di droga e del comportamento instabile.

LEGGI ANCHE: “Curare la depressione con ketamina e psilocibina: la nuova tendenza dei viaggi psichedelici nei retreat di lusso”

Il patrimonio di Musk

Secondo Forbes, il patrimonio netto di Elon Musk si attesta a 243,5 miliardi di dollari. Cifra che lo rendo la persona più ricca al mondo. Peraltro, la sua ricchezza si basa sulle sue partecipazioni in Tesla e SpaceX.

LEGGI ANCHE: “Da Musk a Zuckerberg: chi sono i 10 miliardari che hanno guadagnato di più nel 2023”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .