ACBC, acronimo di Anything Can Be Changed, è l’azienda italiana leader nella consulenza greenB2B, nella progettazione e nella produzione di prodotti responsabili. Il modello di business del marchio è orientato sia al mercato B2B sia al mondo B2C, rivolgendosi a tutti i marchi in ambito moda, sportswear e lifestyle che vogliono avviare un percorso di produzione consapevole con la creazione di capsule collection e progetti speciali dedicati. Oggi, l’azienda collabora con oltre 70marchi del panorama internazionale e ogni anno riduce l’impatto di CO2 di oltre 1 milione di paia di scarpe prodotte. ACBC ha chiuso il bilancio annuale del2022 con un +132% rispetto all’anno precedente ed EBITDA a 2 milioni di euro. Nel 2023, l’azienda punta a una nuova crescita a doppia cifra del fatturato rispetto al 2022 e si pone come obiettivo quello di raggiungere i 10 milioni di euro di EBITDA nei prossimi 4 anni. In programma anche la quotazione in borsa. L’impegno di ACBC è quello di avere un impatto sull’1% del mercato del footwear a livello globale entro il 2027.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .

SITO WEB
www.acbc.com
CONTATTI

Sede: via G. Cavalcanti 5, Milano
Telefono: 0249453090
Email: [email protected]

OBIETTIVI
Obiettivo 9
Obiettivo 12
Obiettivo 13
Obiettivo 17
acbc
Personaggi ed interpreti

Con una laurea in economia aziendale alla Bocconi e all’Università di Maastricht e un master alla Cattolica di Milano con una tesi dal titolo “New international accounting standards on the ENI case”, Gio Giacobbe, ceo di ACBC, ha lavorato per aziende del calibro di BASF, ACER GROUP, Tommy Hilfiger, Trussardi e Triboo Digitale, di cui è stato ceo. Nel 2018 ha deciso di fondare ACBC che solo un anno dopo è stata nominata come “most valuable startup”. Nello stesso anno, Gio Giacobbe è stato nominato da Forbes tra i Top Italian Manager.

Il punto forte

I prodotti generati o trasformati da ACBC registrano un impatto ambientale inferiore rispetto ai prodotti con caratteristiche simili presenti sul mercato, dimostrabile attraverso il rigoroso metodo scientifico di ACBC per il calcolo della Product Carbon Footprint (PCF). La valutazione di ACBC è conforme a quella standard del protocollo sui gas serra per la contabilità e la rendicontazione. E raccoglie informazioni da fonti coerenti come i database scientifici di valutazione del ciclo di vita del prodotto e i dati primari di ACBC. Inoltre, l’azienda supporta le fabbriche dei brand nell’ottenimento delle certificazioni ambientali, nel miglioramento della loro produzione e nella riduzione delle emissioni.

Contenuto precedente
Contenuto successivo