Seguici su
Classifiche 12 dicembre, 2018 @ 9:01

La classifica delle più grandi charity americane del 2018

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi
La fondazione dell’ex presidente americano Barack Obama è entrata per la prima volta nella classifica di quest’anno. (Scott Olson/Getty Images)

La ventesima edizione della classifica Forbes delle più grandi charity americane è stata determinata sulla base dall’ammontare dei contributi privati ricevuti durante l’ultimo periodo fiscale. Ciò esclude le sovvenzioni governative, i ricavi dalla vendita di prodotti o la fornitura di servizi e i rendimenti degli investimenti.

Il calo delle donazioni per diversi enti di beneficenza non ha ridotto il totale delle più grandi organizzazioni di beneficenza. I 100 hanno ricevuto 49,1 miliardi di dollari di donazioni, in aumento del 5% rispetto all’anno precedente. Una somma che rappresenta il 12% dei 410 miliardi di dollari che, secondo le stime di Giving Usa, sono stati ricevuti da tutte le organizzazioni no profit del Paese. Il limite per rientrare nei 100 membri della classifica di Forbes era una donazione privata minima di 145 milioni di dollari.

United Way Worldwide resta in prima posizione nella classifica. Per l’anno fiscale che termina il 30 giugno, United Way ha ricevuto contributi per 3,47 miliardi di dollari, il 2% in meno dei 3,54 miliardi di dollari ricevuti nel periodo precedente e inferiore del 16% rispetto ai 4,14 miliardi di dollari donati a United Way nel 2007.

In seconda posizione troviamo Feeding America, la rete con sede a Chicago di oltre 200 banche alimentari. I contributi privati ricevuti ammontano a 2,65 miliardi di dollari, in aumento dell’11% rispetto all’anno precedente. Al terzo posto una new entry Americares Foundation, che fornisce soccorsi in caso di calamità e aiuti umanitari in tutto il mondo. Per il suo anno fiscale che termina il 3 giugno 2017, l’ente di beneficenza ha ricevuto 2,38 miliardi di dollari di donazioni, un aumento di ben il 160% rispetto al periodo precedente, quando era al in decima posizione.

Tra le new entry più significative di quest’anno, la Barack Obama Foundation, in posizione n. 63. Per l’anno fiscale che si è concluso il 31 dicembre 2017, i contributi privati sono stati di 233 milioni di dollari. Fondata dal 44 ° Presidente degli Stati Uniti nel 2014, la fondazione sta accumulando fondi per la costruzione di una biblioteca presidenziale a Chicago.

Vuoi ricevere le classifiche di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!