Seguici su
Cultura 28 marzo, 2019 @ 5:43

Cosa vedrete ad Art Basel Hong Kong 2019

di Federico Morgantini

Staff

ContributorLeggi di più dell'autore
Nato a Livorno nel 1971, ha vissuto a Milano dal 1987; laureatosi in ingegneria, ha fondato una delle prime web agency (nel 1998) e partecipato alla proprietà e edizione del magazine MotoHP. Nel 2004 si è trasferito a Shanghai, dove ha lavorato come consulente per aziende italiane (la Ferrarelle e molte altre). Dal 2017 è Asia Operations Manager di Blue Financial Communication (editore di Forbes Italia) nella sede di Hong Kong. Ha scritto Un italiano a Shanghai (Albatros, 2011). chiudi

 

scultura galleggiante
La scultura galleggiante di Kaws nella baia di Hong Kong (Photo by Keith Tsuji/Getty Images for Hong Kong Tourism Board)

Il mese dell’arte di Hong Kong arriva finalmente al suo culmine, dal 29 al 31 marzo sono aperte le porte di Art Basel Hong Kong, la tappa asiatica della più importante fiera d’arte del mondo, appunto Art Basel.

La manifestazione, nata a Basilea negli anni ‘70, ormai da tempo si è internazionalizzata con l’organizzazione di altre due tappe: quella americana di Miami e questa di Hong Kong.

Qui, per esaltare la valenza geografica dell’esposizione, oltre la metà delle gallerie selezionate ha sede o filiali in Asia e Oceania. Le opere esposte sono di forte eterogeneità per stile e periodo storico, con anche pezzi di grande valore. Su questi, però, i giochi sono già fatti. Infatti è durante i due giorni di pre-opening dedicati solo ai grandi collezionisti e mercanti che si chiudono gli affari più importanti.

 

Arte e mondanità

In città Art Basel è molto sentita ed è uno degli eventi chiave non solo della vita artistica, ma anche di quella mondana del piccolo Stato. Riuscire ad essere invitati al pre-opening e al Vernissage è l’obiettivo social di mezza Hong Kong.

La location storica dell’evento è il Convention & Exhibition Centre a Wan Chai, vivacissimo quartiere in pieno centro. Ma l’euforia artistica non si ferma a Art Basel e alla sua sede, si espande a vari altri eventi ancillari, come Art Central e Asia Contemporary Art Show, per raggiungere ogni singola piccola galleria, che in questi giorni organizza eventi ed espone il meglio delle proprie opere.

Scultura galleggiante

Quest’anno, campione di attenzione è sicuramente l’artista Brian Donnelly, noto con il nome di Kaws, che ha realizzato una scultura galleggiante di trentasei metri posta nella baia dell’ex protettorato britannico.