Seguici su
Cultura 10 Febbraio, 2020 @ 5:13

La regina Elisabetta cerca un progettista per ristrutturare Buckingham Palace

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda, viaggi, arte e nuove tendenze.Leggi di più dell'autore
chiudi
Regina Elisabetta cerca head of digital engagement
(shutterstock)

Erano gli anni ’50 quando Buckingham Palace è stato ristrutturato l’ultima volta. Tanto tempo, ecco perché la regina Elisabetta ha deciso di fare un restyling della dimora reale e cerca un “Planner”, ovvero un progettista qualificato per completare la missione.

“Supporterai il team che ristrutturerà il palazzo per gli anni a venire. E aiuterai a garantire che il palazzo sia adatto al futuro (re o regina). Non ci saranno due giorni uguali e le tanto cose da fare e il ritmo ti metteranno alla prova. Ma mentre supporti gli altri, avrai eccezionali opportunità di far crescere la tua carriera in un grande ambiente di squadra. E potrai dire di aver contribuito al futuro di un edificio iconico”, questo il messaggio che si legge su LinkedIn.

Un restyling che potrebbe richiedere fino a 10 anni e vedrà la nuova risorsa, che ricoprirà un ruolo chiave nella riorganizzazione degli spazi, affiancare un team preesistente dedicato del Programme Management Office. Il fortunato riceverà uno stipendio di 38mila sterline all’anno basato su una settimana lavorativa di 37,5 ore dal lunedì al venerdì (pare che per dare una sistemata al palazzo la regina abbia stanziato circa 369 milioni di sterline). Un requisito fondamentale è la disponibilità a viaggiare.  Il prescelto avrà inoltre un pacchetto di benefici che include un regime pensionistico di contribuzione del 15% e l’accesso a una vasta gamma di strutture di ristorazione e ricreative.

Proprio perché si tratterà della più consistente ristrutturazione dagli anni  ’50, il progetto coinvolgerà un’ala alla volta del palazzo in modo da arrecare meno disturbo possibile alla famiglia e permettere ai consueti eventi in calendario, come l’annuale Trooping the Colour, di avere luogo. I lavori riguarderanno gli aspetti più pratici della struttura come l’idraulica, il riscaldamento e il cavi elettrici. Al momento ci sono state più di 200 candidature e ci sarà tempo fino all’11 febbraio.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!