Russ Weiner realizza il sogno americano: Pepsi compra il suo energy drink per 4 miliardi

Rockstar energy drink truck
Rockstar energy drink truck (Getty Images)
Share
Rockstar energy drink
Rockstar energy drink (Shutterstock)

Articolo di Kristin Stoller tratto da Forbes.com

In un momento burrascoso per i mercati il miliardario Russ Weiner, fondatore dell’energy drink Rockstar, ha deciso di fare cash out. Sta infatti per vendere la società a PepsiCo per 3,85 miliardi di dollari grazie a un accordo che, così ha raccontato a Forbes, dovrebbe portare un po’ di speranza al Paese.

“L’accordo dimostra che il Sogno americano è vivo e vegeto”, sostiene Weiner. “Una dimostrazione che Pepsi nutre fiducia nel futuro e crede in ciò che noi abbiamo creato. È una luce che splende in mezzo alla tempesta”.

Sono anche una vagonata di soldi per Weiner, che possiede l’85% della società. Forbes stima che, alla luce del presente accordo, Weiner potrebbe incassare una cifra che si avvicina ai 3,9 miliardi di dollari. Per effetto della plusvalenza il suo patrimonio potrebbe ridursi di ben 900 milioni una volta che l’accordo sarà chiuso, ma sarà molto più liquido. In aggiunta, come parte dell’accordo, PepsiCo riconoscerà a Weiner circa 700 milioni di dollari in benefici fiscali, pagabili in massimo quindici anni.

“La tempistica dell’operazione cade perfettamente in questo momento della mia vita”, ha detto Weiner. “Ho abbastanza soldi per permettermi di fare praticamente tutto ciò che voglio senza dover lavorare duramente per nessuno. Io che finora mi sono dedicato a questa azienda per 24 ore al giorno tutti i giorni negli ultimi 20 anni. Senza mai fermarmi un momento”.

Sebbene Weiner dica che è ancora troppo presto per pensare ai prossimi passi, sua madre, Janet, ha grandi progetti per l’avvenire. Janet è cfo di Rockstar e possiede il 15% della società. “Dedicherà la sua vita alla protezione degli animali” e della fauna locale, ha spiegato Weiner. Un impegno che ben si adatta alla nuova nata Yachack Organic, che Wiener ha lanciato nella seconda metà del 2017 come alternativa naturale a Rockstar. E i cui proventi servono anche a proteggere le specie in pericolo e l’ambiente.

Rockstar, che con PepsiCo ha un accordo di distribuzione in Nord America dal 2009, vende in 30 Paesi in tutto il mondo. Weiner dice che il nuovo accordo con PepsiCo aiuterà il brand a diventare una “potenza globale”.

Quando ha lanciato Rockstar, Wiener ha investito in prima persona 50 mila dollari. Dopo aver testato 700 diversi gusti, è partito su una limousine con il logo Rockstar dipinto per promuovere il nuovo energy drink sulle strade di San Francisco.

Ancor prima di aver lanciato Rockstar, Weiner stava seguendo i passi di suo padre, il noto conduttore radiofonico di destra Michael Savage, e ha corso per il Parlamento della California nel 1998. Ha perso, ma la sua campagna aveva incuriosito parecchio l’amico di famiglia Maurice Kanbar, il fondatore della vodka Skyy, che senza perdere tempo l’ha assunto.

Weiner aveva suggerito a Skyy di sviluppare un proprio energy drink. Ma quando Kanbar ha bocciato la proposta, per nulla entusiasta del nome “Rockstar”, Weiner lo ha lasciato per fondare la sua società di energy drink.

Rockstar energy drink truck
Rockstar energy drink truck (Getty Images)