Seguici su
Lifestyle 25 Settembre, 2020 @ 10:51

Quando un abito sartoriale si indossa al polso

di Mara Cella

Mi occupo di moda, lifestyle e imprenditorialità.Leggi di più dell'autore
chiudi
(Courtesy Chopard)

Se due maison storiche di famiglia, entrambe sinonimo di eleganza e raffinatezza maschile, uniscono i propri valori e savoir-faire non può che prender forma un progetto di classe che esalta l’artigianalità e l’eccellenza. Nasce così la special edition, limitata a soli 100 esemplari numerati, del segnatempo L.U.C XP Il Sarto Kiton. Un connubio di alta sartoria napoletana e alta orologeria svizzera per 100 orologi ultrapiatti di 40 mm di diametro e soli 7,2 mm di spessore in acciaio DLC microbillé, che esibiscono un sobrio quadrante con motivo pied-de-poule e un cinturino in cashmere grigio ardesia foderato in pelle di alligatore rossa. L’eccellenza meccanica del movimento automatico L.U.C 96.53-L, dotato di un micro rotore in tungsteno e della tecnologia Chopard Twin, è garanzia di un’autonomia di carica che supera i due giorni oltreché di alta precisione manifatturiera. Elegantissimo – dentro e fuori – perché essenziale come le linee sartoriali degli abiti maschili Kiton che esprimono l’impronta creativa del suo storico fondatore, il maestro Ciro Paone.

Sul quadrante in ottone ottenuto mediante trattamento galvanico e finiture laccate, la firma dell’atelier Kiton è immediatamente riconoscibile, con il motivo portafortuna pied-de-poule che il sarto napoletano ha adottato dopo essersi aggiudicato all’asta i capi indossati dal re d’Inghilterra Edoardo VIII, ricordato, se non per il brevissimo regno, per la sua eleganza da dandy. Sullo sfondo scuro, i numeri dorati, abbinati agli indici e alle lancette dauphine fusée, garantiscono una perfetta leggibilità delle ore e dei minuti. Le indicazioni dei quarti d’ora e il logo Kiton a ore 6 risaltano per il loro delicato tocco di rosso, ripreso dalle impunture del cinturino. A proposito di amore per i dettagli: anche il cinturino celebra l’artigianalità, naturalmente è realizzato a mano, in un delicato mix di puro cashmere della Mongolia, lana e flanella, con una leggera aggiunta di elastan per un maggiore comfort al polso ma senza trattamenti chimici. Anche l’etica e la sostenibilità sono valori condivisi in casa Chopard e Kiton.

L’orologio include un secondo cinturino in pelle di alligatore nera, sempre foderato in pelle di alligatore rossa. Un gioiello da polso come ha affermato Karl-Friedrich Scheufele – fondatore di Chopard Manufacture nel 1996 e co-presidente di Chopard: “L.U.C è una collezione di orologi di Haute Horlogerie con un’anima dentro. La nostra collaborazione con Kiton si è imposta naturalmente nella misura in cui le nostre due Maison di famiglia hanno dimostrato negli anni l’eccellenza del loro lavoro a regola d’arte e la loro inarrestabile creatività”. Dunque questo mix di saperi e tradizioni artigianali sembra esser stato un incontro naturale, a riguardo Antonio de Matteis, ceo di Kiton ha ribadito: “Kiton e Chopard sposano due filosofie di lavoro estremamente simili. Come ho potuto osservare durante la mia visita alla Maison a Ginevra, la qualità è ottenuta grazie a un’attenta selezione delle materie prime e alla maestria di artigiani specializzati ed esperti orologiai. Il controllo dei processi di fornitura e di produzione è fondamentale per garantire la consegna di un prodotto di alta qualità”.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!