Una mini serie tv con Harry Styles e Billie Eilish. L’idea di Gucci per presentare la nuova collezione

sfilata modelli
Un momento della sfilata Gucci Cruise 2020
Share
(guccifest.com)

Gucci prosegue con successo il suo percorso sperimentale nella moda. E stavolta lo fa attraverso una mini serie sviluppata in sette puntate per presentare la sua nuova collezione “Overture of something that never ended”. Il progetto, che sarà interamente girato a Roma, si inserisce nella cornice del GucciFest, festival di moda e cinema digitale, in calendario dal 16 al 22 novembre.

Alla regia e direzione creativa rispettivamente Gus Van Sant e Alessandro Michele, che già da qualche mese aveva manifestato l’intenzione di seguire percorsi nuovi per raccontare lo stile del marchio, a partire dalla decisione di abbandonare le sfilate per concedersi solo due presentazioni l’anno. La serie, che vede protagonista l’attrice e performer Silvia Calderoni, vedrà inoltre la partecipazione di altri nomi vicini al mondo del brand di Kering fra cui il critico d’arte Achille Bonito Oliva, la coreografa Sasha Waltz, e i cantanti Billie Eilish, Harry Styles e Florence Welch. Al centro di tutto il racconto narrativo ci sarà il percorso della maison fiorentina, svelato e arricchito ogni giorno attraverso dettagli inediti.

LEGGI ANCHE: Gucci è il primo marchio italiano nella classifica Interbrand per il 2020

“I sette episodi”, spiega una nota ufficiale, “verranno trasmessi quotidianamente nel corso del festival in esclusiva su YouTube Fashion, Weibo, Gucci YouTube e inseriti nel sito dedicato GucciFest.com, rivelando gradualmente la nuova collezione giorno per giorno. Il programma completo della settimana del GucciFest sarà disponibile a partire dal 13 novembre”.

Tanti poi i giovani stilisti emergenti coinvolti tra cui Ahluwalia, Shanel Campbell, Stefan Cooke, Cormio, Charles De Vilmorin, JordanLuca, Mowalola, Yueqi Qi, Rave Review, Gui Rosa, Rui, Bianca Saunders, Collina Strada, Boramy Viguier e Gareth Wrighton.