Vent’anni di crash test per il laboratorio Volvo. Così gaming ed elettrico aiutano la sicurezza

Volvo Cars laboratorio
(Courtesy Volvo Cars)
Share
Volvo Cars laboratorio
(Courtesy Volvo Cars)

Il laboratorio di test sugli incidenti del centro per la sicurezza di Volvo Cars festeggia il suo 20° anniversario. In media distrugge almeno una Volvo al giorno e fino ad oggi ha contribuito a fare di Volvo uno dei brand più “sicuri” riconosciuti sul mercato dell’auto. Quando è stato inaugurato in presenza del re di Svezia nel 2000 era uno dei laboratori di crash test più avanzati al mondo e per molti versi lo è ancora oggi, continuando ad aiutare gli ingegneri Volvo a spingersi “oltre” per imparare dagli incidenti stradali. Il laboratorio per i crash test è una struttura multifunzionale che consente agli specialisti in sicurezza di Volvo di ricreare innumerevoli situazioni di traffico – ed i relativi incidenti – e di eseguire test che vanno oltre i requisiti normativi.

Volvo Cars crash test
(Courtesy Volvo Cars)

Un innovativo simulatore di realtà mista AR/VR basato sulle tecnologie dei videogiochi è stato messo a punto da Volvo per migliorare la sicurezza e simulare la guida autonoma, tanto che gli ingegneri della Casa svedese lo chiamano “il simulatore di guida definitivo”. La postazione include un sedile di guida con simulatore di movimento, un volante con feedback tattile, una tuta intera Teslasuit in grado di fornire un feedback tattile dal mondo virtuale e monitorare le reazioni corporee ed un visore per realtà virtuale ad elevata qualità d’immagine tanto da rendere difficile distinguere la realtà dalla simulazione. Si basa sulla tecnologia della piattaforma di sviluppo 3D real time Unity ed impiega visori di realtà virtuale e mista della finlandese Varjo per riprodurre virtualmente qualsiasi scenario di guida reale.

I tecnici Volvo possono così estrapolare importanti informazioni sull’interazione fra le persone e la vettura da utilizzare per lo sviluppo di nuove funzionalità e dotazioni di sicurezza, assistenza alla guida e guida autonoma. I collaudatori possono interagire con ipotetiche funzionalità di sicurezza attiva e assistenza alla guida, provare interfacce utente di guida autonoma di prossima realizzazione, testare futuri modelli di autovetture e simulare molti altri scenari.

Poiché la casa automobilistica si sta orientando verso un futuro esclusivamente elettrico, negli ultimi anni il centro per la sicurezza è stato attrezzato e preparato per le nuove sfide di sicurezza poste dalle auto elettriche. “Qualunque sia lo scenario – ha dichiarato Thomas Broberg, uno dei maggiori esperti in sicurezza di Volvo con oltre 20 anni di anzianità all’interno dell’azienda –, possiamo ricrearlo qui al centro per la sicurezza e analizzarlo in dettaglio. Per me è molto stimolante sapere che con ogni ora di test e analisi che effettuiamo ci avviciniamo sempre di più al nostro obiettivo ambizioso di azzerare il numero di vittime o feriti gravi a seguito di incidente in una nuova Volvo”.

Volvo Cars laboratorio sicurezza
(Courtesy Volvo Cars)