Esaurimento da lavoro? LinkedIn concede una settimana di ferie ai suoi 16mila dipendenti

Share

Articolo di Rachel Sandler apparso su Forbes.com

LinkedIn darà ai lavoratori una settimana di ferie nel tentativo di combattere il burnout. Una mossa che arriva mentre le grandi aziende stanno cercando di trovare modi per aiutare i dipendenti affaticati da Zoom.

  • LinkedIn darà ai suoi 15.900 dipendenti a tempo pieno una settimana di ferie retribuita a partire dal 5 aprile, secondo la CNN.
  • Un piccolo gruppo di lavoratori manterrà le cose in funzione e pianificherà il loro tempo libero in un secondo momento.
  • Teuila Hanson, chief people officer di LinkedIn, ha detto alla CNN che la società ha deciso di dare ai dipendenti la settimana dopo aver visto come i dipendenti si sono sentiti “rinvigoriti” dopo la chiusura per ferie di dicembre dell’azienda.
  • LinkedIn non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento da parte di Forbes.

CITAZIONE 

“Volevamo assicurarci di poter dare loro qualcosa di veramente prezioso. E ciò che riteniamo più prezioso in questo momento è il momento per tutti noi di prendere una pausa. E ciò che è veramente bello dopo uno stop è che torni e non hai una raffica di mail o appunti e ti senti come se avessi recuperato”, ha detto Hanson.

BACKGROUND

Il burnout è un problema significativo che affligge i lavoratori. Secondo un sondaggio Gallup del 2018, due terzi dei lavoratori a tempo pieno sperimentano il burnout sul lavoro, e questo è stato solo esacerbato durante la pandemia, dicono i ricercatori. I lavoratori a distanza impiegano più ore a casa, il che porta a un maggiore senso di isolamento e spossatezza. Le aziende come Linkedin hanno un incentivo a combattere il burnout, che si traduce in dipendenti improduttivi e disimpegnati e in un fatturato più elevato. Secondo i ricercatori della Stanford University, il burnout costa ai datori di lavoro $ 120-190 miliardi all’anno solo per i costi sanitari.

FATTO SORPRENDENTE

Google ha concesso ai suoi dipendenti un giorno libero a settembre per “benessere collettivo” per affrontare il burnout. Facebook ha permesso ai lavoratori di prendersi l’intera settimana del Ringraziamento. Altre aziende hanno ampliato l’accesso alle risorse di salute mentale online o istruendo i dipendenti su come supportare meglio i lavoratori che affrontano lo stress correlato alla pandemia.

A MARGINE

Con il miglioramento dei tassi di vaccinazione, le grandi aziende tecnologiche, come Facebook, Microsoft e Amazon, stanno già pianificando di tornare in ufficio entro la fine dell’anno, con alcune, tra cui Uber, che scelgono di aprire uffici con capacità limitata questo mese.

A COSA GUARDARE

Quando i dipendenti LinkedIn torneranno in ufficio, avranno la possibilità di “lavorare con flessibilità fino al 50% del tempo”. Diverse aziende, tra cui Salesforce e Microsoft, si sono impegnate in orari di lavoro ibridi in cui i lavoratori entrano in ufficio solo pochi giorni alla settimana.