L’etica dei nuovi avvocati: la chiamata alla sostenibilità

etica
Share

Dalla trasformazione del mercato legal, alle grandi riforme della giustizia civile italiana, dallo studio legale come impresa al Legal Tech e alla sostenibilità. MFLaw, nato nel 2001 come uno studio boutique e oggi diventato una law firm con 4 sedi e oltre 80 dipendenti, attraverso la narrazione di Livia Mannocchi e le voci dei suoi founder e partner racconta levoluzione della figura dellavvocato e i trend di scenario del mercato legal, tra approfondimenti, cenni storici e spunti pratici e teorici importanti per inquadrare il futuro di questo settore.

In questo quarto ed ultimo episodio della serie di podcasting, Livia Mannocchi, partner di MFLaw e narratrice unica della puntata, ripercorre le tappe fondamentali di questo viaggio “uditivo” nell’evoluzione del mercato legale, condividendo una profonda e stimolante riflessione sul ruolo dell’Avvocato e sull’impegno sociale a cui ogni Professionista è chiamato. 

Ascolta “L’etica dei nuovi avvocati: la chiamata alla sostenibilità.” su Spreaker.

È proprio in questa chiave che si può facilmente comprendere come la sostenibilità sia per gli Avvocati e gli Studi Legali di oggi un asset imprescindibile: è la risposta più attuale a quella chiamata sociale da cui, in virtù dell’etica e dell’umanità, la Professione deve essere guidata. Sostenibilità intesa non tanto, o meglio non solo, come tutela del Pianeta e delle sue risorse quanto nel combattere disuguaglianze economiche e di genere, per costruire un futuro più equo, più inclusivo e più prospero.

Un concetto che fino a vent’anni fa sembrava ad appannaggio esclusivo degli esperti o degli attivisti e che, invece, oggi riflette una sensibilità diffusa e profonda, già diventata dirimente. “Al momento della fondazione dello studio, ormai vent’anni fa, i nostri Founders – anticipando non di poco le contingenze moderne – hanno stabilito che ogni azione svolta dall’Associazione professionale a cui stavano dando vita avrebbe dovuto avere un chiaro orientamento etico e valoriale”, queste le parole dell’avvocato Mannocchi.

Non a caso, in MFLaw vige una rigida CSR Strategy interna, orientata dall’Agenda 2030 dell’ONU e guidata dall’Avv. Mannocchi, che clusterizza ogni azione in funzione dei 17 SDGs e al cui rispetto sono chiamarti sia i professionisti che anche tutti gli altri interlocutori dello studio (fornitori, clienti etc). I risultati sono costantemente monitorati e condivisi internamente, per far sì che ciascun membro della squadra sia consapevole dell’impatto delle proprie azioni e stimolato a ridurre la propria impronta ecologica individuale in favore di un beneficio collettivo. La strategia green, coerente con i valori e la mission aziendale, all’interno di questo studio legale si trasforma anche in un vantaggio competitivo importante in un mercato sempre più affollato. “La sostenibilità” come ci spiega l’Avv. Livia Mannocchi, che negli anni della sua esperienza professionale ha sempre dedicato attenzione, studi e ricerca sull’argomento acquisendo quindi le competenze per diventare anche la responsabile del dipartimento ESG dello studio, “non è solo una necessità inderogabile e un trend indiscusso che condiziona e guida ogni settore, bensì ormai anche un criterio valutativo ed una condizione di procedibilità”.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it Iscriviti