Istantanee e pay per use: così 6sicuro.it sta innovando il mondo delle assicurazioni online

Sylvain Querné
Share

Da un sito di comparazione online di assicurazioni alla creazione di un’applicazione innovativa. Che permette di sottoscrivere un’assicurazione istantanea per gli infortuni legati alla circolazione su qualsiasi veicolo (incluso taxi e car sharing) attraverso un algoritmo in grado di riconoscere sia il mezzo, sia le caratteristiche del percorso. È così che, grazie alla collaborazione di 6sicuro.it con il partner tecnologico Datafolio, nasce 6sicuroevai: il servizio nativo su smartphone con una copertura che si attiva in base agli spostamenti effettivi, permettendo un comodo “pay per use”. Per conoscere la storia del progetto, le funzionalità e i vantaggi abbiamo intervistato Sylvain Querné, general manager di 6sicuro.it.

Con quale scopo nasce 6sicuro.it? Qual è il suo business?

6sicuro.it è un brand del gruppo Assiteca nato nel 2000 come primo servizio di comparazione online delle polizze auto e moto, nato con un duplice obiettivo: rispondere ai bisogni emergenti di risparmio e semplicità d’uso dei consumatori, e favorire l’innovazione e la crescita della trasparenza nel settore assicurativo. Oggi rappresentiamo per le persone lo strumento ideale per il confronto e l’acquisto di polizze assicurative in diversi ambiti, coniugando le capacità e le potenzialità dello strumento digitale con la competenza professionale di un grande gruppo italiano di brokeraggio assicurativo.

La pandemia ha inevitabilmente dato vita a un’accelerazione digitale in tanti settori, compreso quello assicurativo. Che stava già andando incontro alla rivoluzione dell’insurtech. Voi cosa state facendo per implementare la tecnologia?

Lo stato di emergenza ha indubbiamente accelerato l’utilizzo del canale digitale per l’acquisto e la fruizione di beni e servizi. Non fa eccezione il comparto assicurativo: i consumatori che si informano, confrontano e acquistano le polizze online sono in costante crescita. Questo ha aumentato il livello di competizione nel settore dell’intermediazione digitale assicurativa, che negli ultimi 10 anni ha visto l’ingresso di numerosi player, italiani e internazionali, incentivati anche da un mercato che risulta sotto assicurato rispetto alla media europea. Un’evoluzione che stimola la creazione e lo sviluppo di nuovi servizi che possano soddisfare le mutate esigenze dei consumatori.

E quindi?
In futuro ci saranno quindi ulteriori margini di crescita con una focalizzazione sempre più spinta alla vendita di prodotti innovativi, come ad esempio quelli legati all’instant insurance. Stiamo lavorando dal punto di vista tecnologico per offrire i nostri servizi su piattaforme che permettano alle persone di vivere un’esperienza veloce e smart. In parallelo, stiamo sviluppando un nuovo sito per dare la possibilità ai nostri clienti di consultare e gestire il proprio portafoglio assicurativo con semplicità grazie a un’area personale unica. Dal punto di vista distributivo stiamo implementando un modello omnicanale che garantisca flessibilità totale all’utente, il quale potrà interagire con noi sia da remoto, sia attraverso le filiali del gruppo Assiteca presenti nelle principali città italiane.

Quali sono le novità principali che state introducendo nell’app 6sicuroevai?

L’app 6sicuroevai, che abbiamo lanciato a fine maggio, permette l’assicurazione istantanea degli infortuni di conducente e passeggero legati alla circolazione su qualsiasi veicolo, taxi e car sharing inclusi. Il servizio è nativo su smartphone e la copertura si attiva in base agli spostamenti effettivi permettendo un vero “pay per use”Una forte innovazione nel panorama assicurativo che oggi rappresenta una soluzione unica: una polizza che paghi solo in funzione del reale utilizzo (basato sul chilometraggio), del mezzo (auto, moto, mobilità urbana) e sulla base di parametri variabili – come fascia oraria, qualità della strada e tipo di guida – con una logica premiante se adotti, ad esempio, una guida prudente. Il servizio è flessibile grazie ai diversi piani di sottoscrizione – occasionale, in abbonamento o ricaricabile, e smart perché la copertura, a differenza di altre presenti sul mercato, si può attivare o disattivare con l’unica condizione di avere il cellulare con sé negli spostamenti, senza farti pagare per una copertura che non usi (tenendo conto che passiamo il 90% delle nostre giornate in luoghi chiusi). Una soluzione altamente personalizzabile grazie alla possibilità di scegliere sia i mezzi di mobilità, sia quando attivare la copertura. I costi sono estremamente ridotti, ad esempio un viaggio in auto da Firenze a Bologna ha un costo di circa 1 euro.

State iniziando un percorso sempre più people-centric. È la chiave giusta per soddisfare i reali bisogni delle persone?

Essere people-centric è parte del dna di un broker assicurativo, un presupposto che riteniamo necessario per fare business in questo settore. Alla base del successo di ogni iniziativa c’è la capacità di ascolto dei bisogni dei clienti, sia di quelli espliciti, sia di quelli impliciti, che devono essere previsti in anticipo e quindi interpretati e soddisfatti con soluzioni innovative. La nostra missione è affiancare le persone nella scelta della più adeguata copertura assicurativa, attraverso la conoscenza di diversi prodotti e servizi, semplificare e rendere trasparente la valutazione, individuando la soluzione giusta e più conveniente e facilitandone la gestione lungo tutto il ciclo di vita. Per ogni persona la scelta dell’assicurazione deve diventare un’esperienza da fare con serenità. Questi sono i valori nei quali crediamo e che portiamo avanti. Il nostro approccio consulenziale si focalizza sulle esigenze degli utenti, in un mercato complesso come quello assicurativo 6sicuro.it è dalla parte dei consumatori. Lo dimostrano i numeri di quanti ci hanno scelto: oltre 5mila imprese e 150mila persone.

In termini economici, che anno è stato per voi il 2021? E guardando al futuro, quali saranno gli obiettivi?

Anche nel 2021 Assiteca ha confermato risultati economici positivi su tutti i fronti. In particolare sono cresciuti i ricavi (87 milioni di euro a 30 giugno 2021), derivanti sia dall’acquisizione di nuovi clienti, sia dallo sviluppo dei servizi di consulenza per la gestione del rischio. In 6sicuro.it abbiamo accelerato il ritmo degli investimenti tecnologici per essere in futuro sempre più vicini ai clienti in ottica di omnicanalità. Alcune innovazioni sono già visibili, come l’app 6sicuroevai, altre, come l’aggiunta di nuovi componenti fino al nuovo design del sito, lo saranno a breve così come gli sviluppi organizzativi del ‘dietro le quinte’, tra cui l’implementazione di un nuovo crm, che avranno ripercussioni positive sull’esperienza degli utenti.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.