Dall’interesse di Jim Ratcliffe a quello di Apple: chi vuole comprare il Manchester United dai Glazer

Manchester United
Photo by Christopher Furlong/Getty Images)
Share

Il Manchester United è ufficialmente in vendita ed emergono ogni giorno nomi di potenziali compratori che sarebbero disposti a pagare la cifra vicina ai 5 miliardi di dollari richiesti dalla famiglia Glazer, attuale proprietaria del club. Dopo il miliardario britannico Jim Ratcliffe, a capo della società petrolchimica Ineos, la stampa britannica ha lanciato un’indiscrezione che avrebbe del clamoroso: Apple vorrebbe acquistare i Red Devils.

Aspetti principali

  • Il 22 novembre la famiglia Glazer, proprietaria dello United, attraverso una nota stampa ha comunicato “che il Consiglio di amministrazione della Società sta avviando un processo per esplorare alternative strategiche per il club”. La decisione, secondo quanto riportato è arrivata dopo anni di proteste dei tifosi per il declino delle prestazioni sul campo. “Il processo”, continua il comunicato, “è progettato per migliorare la crescita futura del club, con l’obiettivo finale di posizionare il club per capitalizzare le opportunità sia sul campo che commercialmente”. Oltre che ai risultati sportivi, la vendita del club punta anche al rafforzamento generale della struttura societaria e alla necessità di attrarre nuovi investimenti nel club per la riqualificazione dello stadio e delle infrastrutture.
  • La famiglia Glazer detiene circa il 97% del potere di voto del club, anche se una piccola quota dell’organizzazione è quotata alla Borsa di New York. Le azioni del Manchester United sono salite di oltre il 14,6% dopo l’uscita della notizia, chiudendo a 14,94 dollari.
  • La famiglia Glazer ha un patrimonio di 4,7 miliardi di dollari. A ricevere l’esclusiva per la vendita è stata The Raine Group advisor, società che si è occupata anche del recente cambio di proprietà del Chelsea.

L’interesse di Jim Ratcliffe

Jim Ratcliffe è il fondatore, presidente e proprietario del gruppo chimico Ineos e secondo Forbes ha un patrimonio di 13,3 miliardi di dollari, che lo rende il terzo uomo più ricco del Regno d’Unito. Ratcliffe, tifoso dello United, oltre a essere dal 2019 proprietario del Nizza, è a capo del Team Sky e nel dicembre del 2020, la società ha acquisito una quota di partecipazione del 33% nel team Mercedes di Formula Uno. Secondo il Telegraph, Ratcliffe aveva già avuto contatti con i Glazer in agosto, ma all’epoca trovare un accordo sembrava improbabile. Ratcliffe inoltre, ha già esperienza in trattative con il Raine Group, i broker che hanno gestito il processo di offerte per il Chelsea, per cui Ratcliffe ha fatto un tentativo, e che sono stati incaricati anche dallo United.

Apple vuole i Red Devils?

Secondo il Dailystar, Apple sarebbe interessata ad acquistare il Manchester United per la cifra di 5,8 miliardi di sterline. Apple, la più grande azienda tecnologica del mondo, con un fatturato annuo di quasi 326 miliardi di sterline e un patrimonio netto stimato a questo mese di 2 miliardi di sterline, non ha però esperienza nella gestione di un club calcistico delle dimensioni dello United.

Nonostante questo, spiega il Dailystar, l’amministratore delegato Tim Cook sarebbe curioso di esplorare le opportunità che il possesso del club potrebbe offrire e sarebbe pronto ad avviare colloqui con chi è incaricato di supervisionare la vendita del Manchester United. Inoltre, Cook sarebbe disposto a finanziare la costruzione di un nuovo stadio all’avanguardia. Se Apple dovesse concludere l’affare, lo United diventerebbe il club più ricco del mondo. Il valore di Apple supera quello dei rispettivi proprietari di Manchester City, Newcastle e Paris Saint Germain.

L’addio di CR7

Nel caso le trattative dovessero andare in porto, Jim Ratcliffe o Apple troverebbero una squadra senza uno dei calciatori più forti della storia: Cristiano Ronaldo. Nei giorni scorsi infatti, il Manchester United ha annunciato la rescissione consensuale del contratto di CR7, dopo che quest’ultimo, in un’intervista a Piers Morgan, aveva rimproverato la dirigenza, sostenendo che ai proprietari “non importa nulla del club”.

In cifre

Secondo le stime di Forbes, il Manchester United vale 4,6 miliardi di dollari, il che lo rende il terzo club calcistico di maggior valore al mondo.

Anche il Liverpool in vendita

Secondo quanto rivelato da The Atleticl’attuale proprietà del Liverpool, Fenway Sports Group, avrebbe aperto alla possibile cessione della società, al punto da aver già preparato una presentazione di vendita per le parti interessate e ad aver già dato mandato a Goldman Sachs e Morgan Stanley per occuparsi dell’operazione.

“Stiamo prendendo in considerazione l’ipotesi di far entrare nuovi azionisti all’interno del club, qualora fosse nel migliore interesse della società”, ha dichiarato Fenway Sports Group a Forbes. “Rimandiamo comunque pienamente impegnati nel garantire il successo del Liverpool, fuori e sul campo”, ha aggiunto.
Secondo le stime recenti di Forbes, il valore del Liverpool si aggira intorno ai 4,45 miliardi di dollari, cifra che la rende la quarta squadra di maggior valore nel mondo del calcio, e che permette potenzialmente un importante ritorno economico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.