Skin
Hanmi Semiconductor
Money

L’IA ti fa ricco: un produttore coreano di semiconduttori diventa miliardario

Mentre gli investitori continuano a cercare il prossimo beneficiario della corsa all’intelligenza artificiale, le azioni di un poco conosciuto produttore di semiconduttori in Corea del Sud sono aumentate di circa il 56% da giovedì. Questo rialzo ha fatto sì che il ceo Kwak Dong-shin, diventasse uno dei miliardari della Corea del Sud.

Kwak, 48 anni, è il maggior azionista di Hanmi Semiconductor, e possiede una quota del 35,5% della società. Nel luglio 2022, Kwak ha acquistato una quota del 10,5% di Hpsp, un’azienda di attrezzature semiconduttrici quotata sul Kosdaq. Ha venduto una parte della sua quota a marzo e ora possiede circa il 9,3% dell’azienda. Secondo Forbes, il patrimonio netto di Kwak ammonta a 1,4 miliardi di dollari.

Cosa fa Hanmi Semiconductor

Con sede a Incheon, a ovest di Seoul, Hanmi Semiconductor produce attrezzature utilizzate nel confezionamento dei semiconduttori, una delle fasi finali della produzione di chip. I produttori di chip aggiungono un involucro che include una struttura di plastica per collegare i singoli chip alle schede di circuiti. Hanmi Semiconductor afferma di avere più di 320 clienti in tutto il mondo, tra cui Samsung Electronics di Jay Y. Lee, Sk Hynix di Chey Tae-won e Ase, gestita dai fratelli miliardari taiwanesi Jason e Richard Chang. Hanmi Semiconductor è stata inserita nella classifica Forbes Asia Best Under A Billion l’anno scorso.

Gli analisti di Samsung Securities, Hwang Min-sung e Ryu Hyung-keun, in un rapporto pubblicato giovedì hanno scritto che “il confezionamento avanzato sta diventando la chiave per migliorare le prestazioni dei semiconduttori” e si aspettano una forte domanda di Hbm (memoria ad alta larghezza di banda) che spingeranno i ricavi di Hanmi Semiconductor. Le azioni dell’azienda sono aumentate del 30% quel giorno.

Hbm è un tipo di Dram di nuova generazione, una memoria che consente ai dispositivi di eseguire più operazioni contemporaneamente ed è destinata all’uso nei sistemi di intelligenza artificiale. Hanmi Semiconductor ha dichiarato nel suo rapporto del primo trimestre che uno dei suoi prodotti, il Tsv Tc Bonder, è “un’attrezzatura chiave per la produzione di chip Hbm per implementare ChatGpt, che è diventata di recente un argomento molto discusso nell’industria dei semiconduttori, e si prevede che trarrà vantaggio dalla crescente domanda di Hbm”.

Il calo del settore

L’eventuale aumento della domanda per il Tsv Tc Bonder rappresenta un incoraggiamento per Hanmi Semiconductor, che, come altre aziende produttrici di semiconduttori, è stata duramente colpita dalla flessione tecnologica causata dall’inflazione e dalle incertezze macroeconomiche. Nel primo trimestre di quest’anno, Hanmi Semiconductor ha riportato un calo dei ricavi del 58% rispetto all’anno precedente, a 26,5 miliardi di won (21 milioni di dollari), mentre l’utile operativo è crollato del 90%, a 2 miliardi di won.

La diminuzione è in linea con le prestazioni dei clienti di Hanmi Semiconductor, poiché i consumatori e le aziende hanno ridotto gli acquisti di nuovi smartphone, dispositivi elettronici e server di dati. I ricavi di Samsung Electronics sono diminuiti del 18% e l’utile operativo è crollato del 95%, mentre i ricavi di Sk Hynix sono scesi del 58% e l’azienda ha registrato una perdita operativa di 3,4 trilioni di won, rispetto a un utile di 2,9 trilioni di won nel primo trimestre dell’anno scorso.

La storia di Hanmi Semiconductor

Hanmi Semiconductor è stata fondata nel 1980 dal padre di Kwak, No-kwon, un ex ingegnere di Motorola, ed è stata quotata alla Borsa di Corea nel 2005. No-kwon, che compirà 85 anni a novembre, è il presidente di Hanmi Semiconductor. Nel 2007 e nel 2008, No-kwon ha trasferito gran parte delle sue azioni a Dong-shin, il suo unico figlio tra quattro figli. No-kwon detiene ancora una quota del 9% della sua azienda. Dong-shin si è unito a Hanmi Semiconductor nel 1998 ed è diventato ceo nel 2007.

Dong-shin è l’ultimo miliardario in Asia del settore dei semiconduttori. Altri miliardari dei chip nella regione includono Morris Chang di Taiwan Semiconductor Manufacturing, il più grande produttore al mondo di chip avanzati, e Tsai Ming-kai di MediaTek, un designer di chip taiwanese. In Corea del Sud, Samsung Electronics di Lee è il più grande produttore di chip di memoria al mondo e l’unico altro produttore di chip su commissione oltre a TSMC in grado di produrre i chip più avanzati di oggi, mentre Sk Hynix di Chey è il secondo produttore di chip di memoria al mondo. E la famiglia miliardaria Uchiyama di Lasertec, un produttore di attrezzature per il test di semiconduttori con sede a Tokyo, ha debuttato nella lista delle 50 persone più ricche del Giappone nel 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .