CiviBank è nata nel 1886 come Banca Cooperativa di Cividale. I suoi fondatori, visto lo spirito laborioso dei cividalesi e le necessità oggettive di un territorio che aveva bisogno di sostegno, hanno fondato l’Istituto ispirati dai principi del mutualismo e della cooperazione. Nel 2018 la Banca di Cividale diventa CiviBank, per celebrare le sue radici che affondano nella città di Cividale, ma anche per celebrare la centralità della comunità, tramite il suffisso “Civi”. “Bank” rafforza la mission aziendale e comunica modernità, futuro e apertura all’era digitale, prospettando un contatto con gli utenti sempre più diretto e trasparente. Oggi CiviBank è una Società per Azioni e una Società Benefit – la prima banca storica italiana a scegliere questa forma d’impresa – con quasi 600 dipendenti e con sportelli operativi in 9 province del Friuli Venezia Giulia e Veneto. Coinvolgere gli stakeholder e sostenere la comunità sono le due azioni che distinguono l’operato di CiviBank fin dalla sua nascita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .

CONTATTI

Sede: Via sen. Guglielmo Pelizzo 8-1, 33043 Cividale del Friuli (Udine)
Telefono: +39 0432707111

OBIETTIVI
Obiettivo 3
Obiettivo 4
Obiettivo 5
Obiettivo 8
Obiettivo 11
Obiettivo 12
Obiettivo 13
Obiettivo 16
Obiettivo 17
civibank 2
Personaggi ed interpreti

Laureato in economia bancaria all’Università degli Studi di Udine, Roberto Cassina in Banca Popolare di Cividale come responsabile pianificazione e marketing e successivamente come responsabile marketing e comunicazione. Dall’aprile 2022 è responsabile dell’impatto di Civibank. Cassina ha dichiarato: “La sostenibilità è diventata un driver di innovazione paragonabile a quello che è stata l’innovazione tecnologica negli anni 2000. Non è più solo una questione di scelte etiche delle singole persone o delle singole imprese”.

Il punto forte

Civibank persegue la sostenibilità, declinandola come sostenibilità economica, per cui supporta lo sviluppo del tessuto economico locale; sostenibilità sociale e culturale, con sostegno alla crescita delle realtà no profit del territorio, attive nel campo culturale, sociale e sportivo; sostenibilità ambientale, per cui la banca promuove il rispetto per l’ambiente, sensibilizzando la clientela, il personale e i fornitori. L’istituto di credito inoltre offre prodotti e servizi finanziari che supportano gli investimenti per l’utilizzo di energie rinnovabili e il miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni.

Contenuto precedente
Contenuto successivo