Manincor

Share

Con 400 anni di storia, la cantina altoatesina testimonia come viticoltura e agricoltura abbiano lunga tradizione nella casata degli Enzenberg. Oggi il successo dell’azienda biodinamica è frutto di un lavoro senza compromessi in vigna e in cantina, con grande rispetto per persone, animali e piante. Mossa dall’obiettivo di ripristinare e mantenere i cicli naturali, l’azienda ha come faro la sostenibilità e ha dato alla tradizione un volto contemporaneo, nel rispetto degli antichi valori. Gli edifici storici della cantina risalgono al 1608 e furono costruiti da Hieronymus Manincor. Nel 1978, la tenuta di 463 ettari passò ai conti di Enzenberg, il cui antenato Kassian Ignaz Enzenberg era già impegnato nella viticoltura nella zona di Terlano, Caldaro e Schwaz in Tirolo. Il retaggio familiare e la passione hanno permesso al conte Michael Goëss-Enzenberg di avviare la propria produzione di sei vini di altissima qualità: Kalterersee, Moscato Giallo, Pinot Bianco, Sophie, Mason, Cassiano. Nel 2004 viene inaugurata la nuova cantina nella vigna, appena visibile sotto i filari, progettata da Walter Angonese e Rainer Köberl, manifesto della filosofia di vita e di lavoro dei conti Enzenberg.

CONTATTI

San Giuseppe al Lago, 4 - Caldaro (Bz)
Telefono: 0471 960230

Personaggi ed interpreti

I conti di Enzenberg si dedicano da generazioni all’agricoltura e alla viticoltura in Alto Adige. Nel 1991 Michael Graf Goëss-Enzenberg ha rilevato l’azienda Manincor dallo zio, con l’obiettivo di preservare ciò che ha valore e creare qualcosa di nuovo, all’insegna della ricerca senza compromessi per la qualità. Per il conte, la sostenibilità e il rispetto per i frutti sani e gustosi della natura devono essere in primo piano nelle scelte aziendali.

Il punto forte

Blend di uve Cabernet Franc (65%) e Merlot (35%) e straordinariamente avvolgente, Castel Campan raggiunge la piena armonia dopo 20 mesi di invecchiamento in barrique (di cui la metà di nuova produzione) e almeno 10 anni di affinamento in bottiglia. Viene prodotto nel vigneto in località Tatzenschrot, impiantato con le viti più vecchie. Di colore rosso porpora scuro e brillante, al naso ha un bouquet di bacche nere e rosse, spezie, cuoio e tabacco. Ha un sapore vellutato e persistente.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo