Valdo

Share

Da oltre 90 anni a Valdobbiadene, una terra resa unica dall’interazione tra natura e uomo, la cantina Valdo scrive la storia dal lontano 1926. Una favola di famiglia, un racconto di passione per il vino, il terroir e l’arte enologica. Incastonata tra la celebre bellezza di Venezia e quella austera delle Dolomiti, Valdo è un nome autorevole della produzione spumantistica italiana, una grande cantina di Valdobbiadene che unisce tradizione all’innovazione. Da quasi un secolo produce Prosecco e spumanti nel più completo rispetto del territorio e nella costante valorizzazione dei preziosi vigneti di un’area geografica unica per la sua straordinaria vocazione vinicola. L’obiettivo: produrre spumanti di grande piacevolezza, eleganza e versatilità, con la mission di agire sulla leva del fare naturale. Questo è possibile grazie all’utilizzo di strumenti moderni che permettono di avere una viticoltura di precisione con grande rispetto del territorio e dell’ambiente. Per il Prosecco Superiore la vendemmia avviene ogni anno rigorosamente a mano, in un territorio dalle forti pendenze. Valdo ha saputo coniugare la passione per le bollicine portando il Prosecco Superiore di Valdobbiadene a essere riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

CONTATTI

Via Foro Boario, 20 - Valdobbiadene (Tv)
Telefono: 0423 9090
email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

La storia è quella della famiglia Bolla, fatta di passione e imprenditoria. Una storia lunga tre generazioni, legata all’evoluzione del Prosecco e allo splendido territorio che fa da teatro alla vocazione vinicola della famiglia, il Valdobbiadene. Tutto nacque nel 1883, quando Albano, bisnonno di Pierluigi Bolla, attuale presidente di Valdo, proprietario di una locanda a Soave, decise di produrre prosecco per il suo locale per poi portarlo nei migliori ristoranti di Venezia e Milano. Nel 1926 nasce la Società Anonima Vini Italiani Superiori che oggi è conosciuta con il marchio Valdo.

Il punto forte

All’origine della filiera ci sono 70 viticoltori che coltivano le uve per conferirle alla cantina. Un rapporto antico, un’alleanza fondata su fiducia, rispetto e collaborazione. É grazie a questo grande, pacifico esercito di uomini e il profondo amore per la loro terra, che è stato possibile preservare queste bellissime colline. Il territorio regala un’uva molto preziosa ma anche molto delicata: tutti i passaggi in cantina devono sempre tenere in considerazione la delicatezza, fondamentale per apprezzare la frizzante personalità.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo