Zai Urban Winery

Share

Produrre buoni vini in maniera sostenibile, in lattina anziché bottiglia. Questo l’obiettivo della cantina veronese Zai Urban Winery, arrivata sul mercato a inizio 2021 con una linea di sei canned wine. I prodotti – Dr. Corvinus, Gamea, Mr. Bubble, Lady Blendy, PJ White e Cork Borg – hanno un profondo legame con il territorio e sono frutto di un lungo studio enologico. Ciò che li contraddistingue è il basso contenuto calorico e una ridotta gradazione alcolica. Le sei declinazioni del vino raccontano una storia, ambientata nel 2150, anno che vede l’estinzione del 99% delle specie animali e vegetali, uva compresa, a causa del cambiamento climatico. Anche nel packaging, rimandano ad altrettanti personaggi, protagonisti del racconto che non mancherà di colpi di scena, proprio come nei fumetti. Ogni lattina è provvista di un QR Code che rimanda al sito della cantina, da cui è possibile accedere a tutte le informazioni. Zai ha scelto di comunicare il vino attraverso sei prodotti giovani e innovativi, con grande attenzione all’ambiente.

Personaggi ed interpreti

“Crediamo fermamente che si debba guardare oltre cercando di preservare il mondo che ci ospita”, ha spiegato così gli obiettivi dell’impresa del vino Benoit Frécon, uno dei soci. Una sfida più che mai ambiziosa: la lattina non altera il vino e il contenuto equivale a due bicchieri, per cui soddisfa il desiderio di un calice senza essere costretti ad aprire una bottiglia.

Il punto forte

Proiettata in un futuro vegano e biologico, la cantina ha elaborato un nuovo modo di offrire vino puntando su sicurezza, benessere, efficienza, gestione delle risorse e innovazione. L’alluminio è riciclabile all’infinito, a conferma dell’anima ecologica e sostenibile di Zai Urban Winery.

Share
Contenuto precedente