Seguici su
Investimenti 18 Febbraio, 2020 @ 5:05

Buffett si conferma oracolo: Apple lancia warning, ma lui aveva già venduto 800 milioni di azioni

di Massimiliano Carrà

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Drew Angerer – Getty Images

Warren Buffett ha stupito tutti. Dopo aver più volte dichiarato che non avrebbe mai venduto azioni Apple, ha cambiato idea. Secondo i documenti della Sec (Securities and Exchange Commission), lo scorso trimestre, l’ultimo del 2019, l’oracolo di Omaha ha deciso di vendere 800 milioni di dollari di azioni Apple.  Nonostante l’ingente cifra, Warren Buffet, o meglio la sua Berkshire Hathaway (di cui è presidente e ceo), è ugualmente il principale azionista dell’azienda di Cupertino (quotata a Wall Street) con una partecipazione del 5,4% per un totale di 72 miliardi di dollari. 

Secondo alcuni media statunitensi, la decisione di vendere azioni Apple da parte del quarto uomo più ricco al mondo (secondo la classifica di Forbes)  sarebbe dettata da un motivo ben preciso: liberare denaro per poter investire in Kroger (catena americana di supermercati) e in Biogen (multinazionale statunitense di biotecnologia). Tra l’altro, proprio nel quarto trimestre del 2019, la Berkshire Hathaway di Warren Buffett ha investito 549 milioni di dollari per una quota del 2,4% di Kroger e 192 milioni di dollari per lo 0,2% di Biogen. 

Leggi anche: Warren Buffett ha 128 miliardi da investire, ma non sa come fare

Cosa sta succedendo ad Apple

Warren Buffett ha venduto all’indomani di uno dei rarissimi warning di Apple. Infatti, a causa del coronavirus, il colosso tecnologico americano nella giornata di ieri in un comunicato stampa ha dichiarato: “Non ci aspettiamo di rispettare le stime fornite per il trimestre di marzo per due fattori”. Il primo “è che la fornitura mondiale di iPhone sarà temporaneamente limitata ad un livello tale da non riuscire a soddisfare la domanda esistente. Il secondo elemento è il crollo della domanda per i prodotti Apple in Cina, dovuto alla chiusura forzata di tutti gli Apple Store”.

Successivamente, l’azienda di Cupertino ha sottolineato che “anche se alcuni degli Store principali stanno già riaprendo, le vendite continueranno ad essere influenzate negativamente”. La notizia ovviamente non è piaciuta gli investitori. A mezz’ora dall’inizio delle contrattazioni odierne (ieri Wall Street era chiusa in occasione del Presidents Day) il titolo Apple sta cedendo il 2,59% con il prezzo delle azioni che si attesta a 316,53 dollari per azione. 

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!