A Forbes Leader Ettore Nicoletto ha spiegato le sfide future del gruppo vitivinicolo Bertani Domains

Share
Acquisizioni nel mondo delle bollicine, crescita organica e obiettivo fatturato a 100 milioni di euro nel giro di 5-7 anni. In Bertani Domains, gruppo vitivinicolo che fa capo alla multinazionale Angelini, hanno le idee chiare per quanto riguarda i piani di sviluppo aziendali. Li ha spiegati nel dettaglio, ospite della trasmissione Forbes Leader andata in onda sul canale 511 di Sky, il presidente e amministratore delegato Ettore Nicoletto.
“Il 2020 è stato un anno pieno di sfide”, ha detto l’ad, al timone di Bertani dallo scorso marzo. “Un anno in cui come altri ho dovuto sperimentare una situazione mai provata. Però, se devo vedere il bicchiere mezzo pieno, dico che la situazione mi ha dato l’opportunità di analizzare per bene l’azienda dove ero approdato”.

Nicoletto ha una lunga esperienza nel settore del Vino, iniziata all’inizio degli anni Novanta in Casa Zonin, per poi passare nel 2003 al gruppo Santa Margherita dove è poi arrivato a ricoprire il ruolo di amministratore delegato dal 2008 al 2020. Oggi, approdato in Bertani, vuole guidare l’azienda all’espansione dimensionale: “L’obiettivo è arrivare a 100 milioni di fatturato nello spazio di 5-7 anni”, ha spiegato a Forbes Leader. “È un progetto ambizioso che sarà certamente alimentato dalla crescita organica, ma necessiterà anche di acquisizioni per allargare il portafoglio di prodotti e la scala di Bertani Domains”.
L’obiettivo delle acquisizioni è il settore degli spumanti che nei prossimi anni offrirà opportunità di sviluppo interessanti. “Secondo un’analisi che abbiamo commissionato a Wine Monitor”, ha raccontato Nicoletto, “nel periodo 2019-2023, in Italia è prevista una crescita del consumo di spumanti del +3,9% e in Usa del +4,3%, mentre è prevista una crescita attorno all’1% CAGR (tasso annuo di crescita composto, ndr) per quanto riguarda i vini fermi in Italia. Quindi le prospettive sono molto buone e c’è motivo di essere fiduciosi”.