Il turismo riparte dall’Italia: Eden Reserve Hotel & Villas riapre le sue porte sul lago di Garda con un nuovo look

Eden Reserve Hotel & Villas
Share

Il turismo in Italia non vede l’ora di ripartire. E sulle rive del Lago di Garda, immerso nella natura, si trova un gioiello del design che, proprio in attesa dell’imminente stagione calda, ha cambiato nome e lifestyle: si tratta di Eden Reserve Hotel & Villas, inaugurato nel 2016 e realizzato dagli archi star Matteo Thun, David Chipperfield, Richard Meier dello studio di Architettura ATP Sphere.

Una volta acquistato il terreno, si era pensato di destinarne l’utilizzo al mondo del real estate, ci racconta il general manager Olivier Gerber, solo in un secondo momento si è pensato di farlo diventare una struttura alberghiera. Struttura dallo stile moderno, quasi minimale, che si allontana da quello classico delle proprietà del lago, alle quali il turista – in questa zona specialmente tedesco, austriaco e svizzero – è da sempre abituato. 

Per il restyling, i nuovi spazi sono stati studiati e realizzati dal famoso art director Vincenzo Dascanio, originale ed eclettico designer di interni ed eventi, che ha reinterpretato le aree esterne del building centrale (a loro volta con la firma e lo stile di Matteo Thun).

All’interno del Boutique Hotel, dove si trovano anche il ristorante La Celeste firmato dallo chef Marco Carasi, la Spa e la piscina principale, ci sono 9 camere e suite tutte rivolte verso il lago con una terrazza privata e aree living, esterne e interne.

E poi le 5 ville futuristiche che sorgono all’interno della tenuta, immerse nel paesaggio collinare mediterraneo del Lago di Garda, per i veri amanti dell’architettura contemporanea. Ogni villa è arredata con iconici pezzi di design e dispone di una cucina completamente attrezzata, sala da pranzo, maxi bar privato, parcheggio privato, chef privato e servizio maggiordomo su richiesta.

    Eden Reserve Hotel & Villas
    Eden Reserve Hotel & Villas
    Eden Reserve Hotel & Villas
    Eden Reserve Hotel & Villas
    Eden Reserve Hotel & Villas
    Eden Reserve Hotel & Villas
    Eden Reserve Hotel & Villas
    Eden Reserve Hotel & Villas

Realizzati da Matteo Thun, gli appartamenti landmark sono gli edifici più vicini alla Club House, al cui interno si sviluppano 4 residenze, appartamenti privati, 2 delle quali dispongono di piscina e SPA privata. La metratura varia dai 185 ai 455 mq e si può usufruire di tutti i servizi del Boutique Hotel, tra cui quello concierge e l’eliporto.

Con trattamenti all’avanguardia realizzati con la firma del nuovo brand Susanne Kaufmann, linea cosmetica body e facial al 100% naturale, la SPA comprende sauna, bagno turco e area fitness con attrezzature Technogym (le ville private e gli appartamenti landmark hanno al loro interno la propria area benessere privata).

Tra le experience a disposizione dei clienti ci sono escursioni al Parco dell’Alto Garda con le e-bike messe a disposizione della struttura, giri in barca ed escursioni. “La voglia di ripartire è tanta, le prospettive per la stagione sono abbastanza positive”, spiega Gerber, zurighese di nascita, e con una grande esperienza nell’hôtellerie maturata negli anni per realtà come il Badrutt’s Palace Hotel di St.Moritz, Marktgasse a Zurigo e il Four Seasons di Milano. Eden Reserve Hotel & Villas è oggi di proprietà del gruppo austriaco Signa, da poco nel suo portafoglio anche il Bauer di Venezia, con il quale l’hotel ha iniziato a collaborare con iniziative ad hoc per coinvolgere una clientela sempre più internazionale.

Per quanto riguarda la proposta culinaria, anch’essa oggetto del restyling, la proposta dello chef 25enne Carasi rende omaggio al meglio della cucina italiana: “Ho iniziato ad appassionarmi di food osservando mia nonna”, spiega. Formazione a Desenzano, i primi viaggi tra Londra, Parigi e l’Africa, in Camerun, dove Carasi si ferma 9 mesi e arriva persino a cucinare per il presidente Mattarella. “Qui a Gardone Riviera ho portato la mia passione per la cucina genuina, valorizzando i sapori territorio. Il mio stile è moderno. in un certo senso, ma pur sempre fedele alla tradizione; negli ultimi anni, infine, i ho cercato di approfondire soprattutto la cucina lacustre”.