Helbiz debutta al Nasdaq. “Continueremo a investire, soprattutto in Italia”

Helbiz si quota al Nasdaq
Share

Helbiz Inc debutta al Nasdaq con il suono della campanella di inizio contrattazioni del 13 agosto 2021. Una tappa fondamentale nello sviluppo dell’azienda che in pochi anni ha contribuito a portare la micromobilità urbana nella vita quotidiana di milioni di persone. “Un ringraziamento speciale va a tutto il team Helbiz”, ha detto Salvatore Palella, ceo e fondatore di Helbiz, presente all’inizio delle contrattazioni. “Il debutto al Nasdaq di Helbiz rappresenta una tappa importante, non solo per la nostra azienda, ma per tutto il settore della micromobilità oggi in rapida crescita”. Un mercato, quello dei monopattini elettrici, che uno studio di Boston Consulting Group ha stimato in un giro d’affari potenziale compreso tra i 25 e i 30 miliardi di dollari a livello mondiale.

La storia di Helbiz comincia grazie a un’intuizione di Palella, imprenditore italo-americano trentaquattrenne, che anni fa vide i primi monopattini elettrici a Los Angeles e ne comprese le straordinarie potenzialità per la mobilità cittadina e per il trasporto del primo e dell’ultimo miglio. L’azienda è stata fondata nel 2016 con l’apertura dell’headquarter in Asia, a Singapore. In Italia, il servizio di monopattini elettrici è stato lanciato a Milano il 18 ottobre del 2018, aprendo la strada alla regolamentazione di questi mezzi e rendendo Helbiz il pioniere della micro-mobilità elettrica nel nostro Paese. Da quei giorni la crescita è proseguita in Europa e negli Stati Uniti.

Raccolti 29,5 milioni di dollari con la quotazione

Tecnicamente, l’operazione finanziaria è stata una business combination tra Helbiz Inc. e la Spac GreenVision Acquisition, già quotata al Nasdaq. Le Spac (Special Purpose Acquisition Companies) sono dei veicoli finanziari quotati in borsa con l’obiettivo di trovare una società target con cui fondersi e permettere a questa di essere quotata in modo molto più rapido e snello. Gli azionisti di GreenVision hanno approvato l’aggregazione aziendale nel corso di un’assemblea straordinaria tenutasi in data 11 agosto 2021. La società aggregata ha mantenuto il nome Helbiz, dal 13 agosto è quotata con i nuovi ticker identificativi “NASDAQ: HLBZ” per le azioni ordinarie Helbiz e “NASDAQ: HLBZW” per i warrant Helbiz.

Il valore totale delle risorse raccolte attraverso l’operazione di quotazione è di 29,5 milioni di dollari. Di questi, 21,5 milioni sono stati raccolti nell’ambito di un collocamento riservato (Pipe) di 2.650.000 azioni ordinarie di nuova emissione. Al Pipe sono da sommare gli asset detenuti in trust di GreenVision, per complessive 2.308.551 azioni concambiate dagli azionisti della Spac. L’operazione è interamente finalizzata a finanziare i piani di sviluppo della società nelle sue varie attività. “Attualmente abbiamo una presenza internazionale in 35 città”, ha spiegato Palella. “Intendiamo continuare a investire, in particolare in Italia, in relazione alla sicurezza, creando nuovi posti di lavoro e cercando talenti”.

Un nuovo ingresso nel Consiglio d’amministrazione

La nuova Helbiz quotata avrà un management team internazionale guidato dal ceo Palella. Nel Consiglio d’amministrazione ci sarà però l’ingresso di un nuovo membro, Lee Stern, del team GreenVision. La restante parte del Cda sarà composta dal chief financial officer, Giulio Profumo, e da due membri indipendenti, Guy Adami e Kim Wilford. Il primo attualmente è il direttore di Advisor Advocacy del gruppo Private Advisor, composto da circa 600 consulenti finanziari che gestisce asset pari a circa 17 miliardi di dollari. Guy è il principale opinionista di Cnbc, tra i fondatori della trasmissione Fast Money. Il secondo, Wilford, è attualmente general counsel di GoFundMe, dove gestisce gli obblighi legali e di conformità della più grande piattaforma di raccolta fondi sociale del mondo.

Helbiz ha avviato una diversificazione delle attività

La micromobilità rimane l’attività principale di Helbiz, ma il gruppo è già impegnato in altri fronti. A fine giugno, infatti, è stata lanciata una nuova linea di business: Helbiz Kitchen, ghost kitchen internazionale sviluppata che punta a rivoluzionare l’esperienza del food delivery, sia sul piano gastronomico, sia sul piano delle ordinazioni e delle consegne. Infine, a luglio è stato il momento di Helbiz Media che dà la possibilità di fruire contenuti e intrattenimento grazie alla stessa App con cui si noleggiano i monopattini e si ordina il food delivery. L’offerta comprende il campionato italiano di Serie B per le prossime 3 stagioni.

Tutte nuove iniziative che si sono andate ad aggiungere alle acquisizioni messe a segno tra 2020 e 2021, anni della svolta per Helbiz. È in questi anni, infatti, che la società di Palella firma l’acquisizione di MiMoto, con cui è nato un ecosistema in grado di offrire tre tipi diversi di veicoli: monopattino, bici e motorino. Nel 2021 è arrivata l’acquisizione anche di Skip negli Usa, la prima società al mondo ad aver lanciato i monopattini elettrici con un’ampia expertise a livello di tecnologia, gestione della customer base e della flotta. Un’acquisizione che ha portato in dote a Helbiz la soglia di oltre 2,7 milioni di utenti nel mondo. La quotazione al Nasdaq, infine, è stata la ciliegina a coronamento del percorso intrapreso negli ultimi anni. Da adesso in poi, inizia il secondo tempo della storia.